February 17, 2020 / 9:06 AM / 6 months ago

Borsa Shanghai recupera perdite legate a virus, aiuta stimolo monetario

SHANGHAI/HONG KONG (Reuters) - La borsa di Shanghai chiude in leggero rialzo, invertendo la tendenza al ribasso delle prime ore, dopo la decisione della Banca centrale di ridurre il tasso sui prestiti a medio termine.

Alcuni passeggeri presso una stazione della metropolitana di Shanghai, in Cina, il 17 febbraio 2020. REUTERS/Aly Song

L’indice Shanghai Composite chiude in rialzo del 2,3% a 2.983,62, il maggior incremento giornaliero a livello percentuale dallo scorso giugno. L’indice dei titoli blue-chip CSI300 avanza a sua volta del 2,3%, la migliore chiusura di sessione in quasi due settimane.

Entrambi gli indici hanno recuperato completamente le pesanti perdite sofferte nella prima seduta dopo la lunga pausa per il Capodanno lunare, quando andarono in fumo circa 700 miliardi di dollari di capitalizzazione di borsa.

Il settore finanziario del CSI300 avanza del 2,3%, i beni di consumo strappano lo 0,8%, l’immobiliare cede lo 0,2% e il comparto healthcare chiude in rialzo dell’1,7%.

La banca centrale cinese oggi ha tagliato i tassi d’interesse sui prestiti a medio termine, preparando il terreno per una riduzione del tasso preferenziale sui prestiti, di cui si attende l’annuncio giovedì, volto a ridurre i costi di finanziamento per le imprese.

La China Securities Regulatory Commission (CSRC) ha allentato venerdì i parametri per il rifinanziamento delle aziende quotate, riducendo i requisiti di redditività per i collocamenti privati sull’indice start-up ChiNext.

L’indice ChiNext Composite chiude oggi in rialzo del 3,7%, toccando nuovi massimi di tre anni, mentre l’indice Shenzhen avanza del 3,2%.

Secondo l’analista di Morgan Stanley Laura Wang il cambiamento della regola di rifinanziamento, che aumenta la liquidità per i titoli a piccola e media capitalizzazione, e il sostegno da parte della banca centrale sono i motivi principali del rally di oggi.

I prezzi delle case a gennaio sono cresciuti al ritmo più debole da quasi due anni, ulteriore segnale del rallentamento dell’economia su cui pesa il coronavirus. Inoltre, secondo la China Association of Automobile Manufacturers, le vendite di auto nel Paese potrebbero subire una perdita superiore al 10% nel primo semestre.

L’indice Hang Seng di Hong Kong chiude in rialzo dello 0,5%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below