February 6, 2020 / 7:25 AM / 6 months ago

UniCredit promette maggior remunerazione azionisti, no M&A per durata piano

MILANO (Reuters) - UniCredit promette una maggiore remunerazione degli azionisti dopo i conti del 2019 ed esclude movimenti di M&A per la durata del piano presentato lo scorso dicembre con orizzonte temporale al 2023.

Il logo della Banca Unicredit a Roma. REUTERS/Tony Gentile

Il mercato apprezza la generosa politica dei dividendi e spinge il titolo sui massimi dell’anno.

La banca chiude il quarto trimestre in rosso a causa di poste straordinarie ma fa meglio delle attese e conferma l’outlook per il 2020 su ricavi e utile netto.

Gli ultimi tre mesi dell’anno hanno visto una perdita contabile di 0,8 miliardi dopo rettifiche su crediti per oltre 1 miliardo nella divisione non core per l’aggiornamento della strategia di rundown, oltre agli impatti della cessione di una quota del 9% in Yapi Kredi e costi di integrazione in Germania e Austria, spiega una nota. Senza questi impatti l’utile sarebbe di 1,4 miliardi.

Il dato è comunque migliore delle attese raccolte dalla banca con 20 analisti che convergevano su una perdita di 1,1 miliardi.

Il dato del 2019 si attesta a 3,4 miliardi a livello contabile o a 4,7 miliardi senza poste straordinarie.

La banca conferma l’outlook per il 2020 con ricavi attesi a 18,2 miliardi, costi inferiori ai 10,2 miliardi e un utile netto sottostante, senza poste straordinarie, di 4,3 miliardi con un Rote dell’8%.

Proposta la distribuzione di un dividendo cash di 0,63 euro per azione (0,27 euro lo scorso esercizio) e il riacquisto di azioni proprie per 0,5 miliardi.

Nella nota il Ceo Jean Pierre Mustier ribadisce di preferire il buyback all’M&A. E durante la call con gli analisti ha escluso M&A nell’arco del piano.

La banca valuterà l’aumento della distribuzione di capitale al 50% per il resto del piano Team 23, già sul 2020, e una distribuzione di capitale straordinaria nel 2021 e/o nel 2022, sotto forma di dividendi o buyback, sulla base di proiezioni del Cet1 Mda buffer in eccesso.

MERCATO PREMIA PROMESSA REMUNERAZIONE AZIONISTI PIÙ GENEROSA

“I risultati del quarto trimestre sono migliori delle attese grazie a una migliore performance operativa e cost one-off in calo. A sorpresa, il management ha annunciato un ulteriore miglioramento della politica dei dividendi rispetto agli obiettivi annunciati a dicembre”, scrive Equita nel daily.

Il titolo alle 10,50 balza del 5,63% a 13,554 euro con volumi già superiori alla media dell’ultimo mese sull’intera seduta (19 milioni di pezzi scambiati contro 15,6 milioni). Lo stoxx italiano dei bancari sale del 3%.

Sotto il profilo patrimoniale UniCredit ha un Cet1 pro forma al 13,09% a fine 2019 e un Mda buffer di 300 punti base. Confermato il target di un Cet1 Mda buffer di medio-lungo periodo di 200-250 punti base.

Nel 2019 i ricavi sono scesi dello 0,7% a 18,8 miliardi (poco meglio delle attese) con una flessione del margine di interesse del 3,5% e delle commissioni dello 0,4%.

Nel solo quarto trimestre il margine di interesse è sceso dell’1,6% su trimestre, mentre le commissioni sono cresciute del 3,8%.

La qualità degli attivi vede un calo delle esposizioni deteriorate del 33,7% con un’incidenza sul totale dei crediti al 5% nel quarto trimestre, meglio della guidance e in calo di 2,7 punti su anno.

Dalla cessione del 12% di Yapi Kredi conclusa ieri in tarda serata la banca prevede un impatto di +0,5 punti nel primo trimestre. L’operazione si è conclusa a un prezzo unitario di 2,88 lire turche con uno sconto del 4% sulla chiusura del titolo di ieri e un incasso di 440 milioni di euro. La cessione genererà un’impatto negativo di 0,82 miliardi sul conto economico nel primo trimestre.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Gianluca Semeraro, Valentina Za, Giancarlo Navach, in redazione a Roma Francesca Piscioneri

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below