January 15, 2020 / 10:48 AM / 7 months ago

Borse Europa poco mosse in attesa firma accordo Usa-Cina

(Reuters) - Le borse europee sono poco mosse nel giorno in cui verrà firmato l’accordo commerciale preliminare tra Washington e Pechino, con le ultime dichiarazioni del segretario del Tesoro Usa sui dazi cinesi che minano l’ottimismo dei mercati.

Cartellone elettronico che segue l'andamento del DAX alla borsa di Francoforte, Germania, 29 giugno 2015. REUTERS/Ralph Orlowski TPX IMAGES OF THE DAY

L’indice paneuropeo STOXX 600 cede lo 0,06% poco dopo le 11.

In attesa della firma della ‘fase uno’ dell’accordo Usa-Cina, prevista per oggi e i cui dettagli verranno annunciati in una cerimonia alla Casa Bianca, il segretario Usa Steven Mnuchin ha spiegato che gli Usa manterranno i dazi sui beni cinesi fino al completamento della seconda fase dell’accordo commerciale.

La fase uno dell’accordo implicherà maggiori acquisti di prodotti statunitensi da parte della Cina, ma non tratterà questioni come quella delle sovvenzioni. Tuttavia, i dettagli dell’accordo devono essere ancora comunicati.

“I mercati non si muoveranno in modo ragionevole finché i dettagli dell’accordo non chiariranno le cose”, commenta David Madden, analista di Cmc Markets a Londra. “Avremo presto un accordo, grazie a ciò abbiamo raggiunto dei massimi storici. Considerando quanto siano positive le notizie, l’accordo dovrebbe scatenare una nuova ondata di acquisti”.

Il settore healthcare si afferma come il migliore dell’indice, grazie a un rialzo del 7% del produttore farmaceutico Swedish Orphan Biovitrum Ab. Secondo Madden, il settore sta beneficiando di manovre difensive da parte degli investitori, data la mancanza di notizie straordinarie che possano muovere i mercati.

Il fornitore olandese di semiconduttori Asm International sale in cima all’indice STOXX 600, ai suoi massimi storici, dopo aver riportato robusti ordini nel quarto trimestre.

Il settore automobilistico perde circa l’1%, tra i peggiori dell’indice.

Il produttore di parti automobilistiche tedesco Hella Gmbh estende le perdite per la seconda sessione consecutiva dopo aver riportato un calo degli utili semestrali e dopo aver avvertito che considera improbabile un forte recupero del mercato.

L’indice tedesco perde circa lo 0,1% dopo la crescita del Pil tedesco dello 0,6% nel 2019, il livello più basso dal 2013.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below