November 27, 2019 / 8:11 AM / 9 days ago

Borsa Tokyo in rialzo su speranze commercio, attese stimoli bilancio

Il logo della Japan Exchange Group presso la Borsa di Tokyo, dietro a una donna vestita con un kimono cerimoniale. REUTERS/Yuya Shino

TOKYO (Reuters) - L’azionario giapponese chiude in territorio positivo per la quarta sessione consecutiva, sostenuto dalle crescenti aspettative che Stati Uniti e Cina si stiano avvicinando ad un’intesa per ridimensionare la guerra commerciale in atto tra i due paesi.

L’indice Nikkei chiude in rialzo dello 0,28% a 23.437,77, con i settori IT e delle apparecchiature industriali a guidare i guadagni. Da inizio anno l’indice è avanzato del 16,78%.

La borsa di Tokyo ha esteso i guadagni, in linea con un rally dell’azionario globale, all’indomani delle dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump secondo cui Washington è ormai alle ultime battute nell’elaborazione di un accordo che potrebbe porre fine allo scontro sui dazi.    

“Questo tipo di clima risk-on continuerà fino al prossimo anno”, commenta Kiyoshi Ishigane di Mitsubishi UFJ Kokusai Asset Management a Tokyo. “L’economia degli Stati Uniti è in buone condizioni. Il Giappone è indirizzato verso maggiori stimoli fiscali. Abbiamo anche ulteriori indicazioni che Stati Uniti e Cina raggiungeranno un accordo commerciale”.

Sul fronte domestico, la borsa giapponese ha anche tratto sostegno dalle crescente possibilità di ulteriori stimoli di bilancio. Un funzionario del partito di governo ha detto di credere che l’esecutivo è alle prese con la compilazione di un pacchetto di stimoli per la spesa del valore di circa 10.000 miliardi di yen (92 miliardi di dollari).    

I migliori in termini percentuali sull’indice sono stati il produttore di apparecchiature per la fabbricazione di semiconduttori Screen Holdings, in aumento del 4,56%, seguito da Hitachi Construction Machinery, in rialzo del 3,78%, e il promotore immobiliare Tokyo Tatemono, che archivia la sessione a +3,76%.

I peggiori sono invece la società di servizi Internet Z Holdings, in calo del 3,13%, seguita dalla società di costruzioni e ingegneria JGC Holdings, che cede il 2,64%, e dal produttore di apparecchiature mediche Olympus, che segna a sua volta una flessione del 2,36%.

L’indice Topix chiude in rialzo dello 0,31% a 1.710,98.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below