November 1, 2019 / 9:58 AM / 12 days ago

Borsa Tokyo, chiude in calo su timori accordo Cina-Usa, yen forte, vola Nintendo

TOKYO (Reuters) - La borsa di Tokyo chiude in territorio negativo su nuovi timori sulle prospettive di un accordo commerciale tra Cina e Usa che spingono al rialzo lo yen contro il dollaro, a danno degli esportatori e di altri titoli ciclici.

Un uomo cammina davanti ad un tabellone elettronico con la quotazione di un titolo presso la Borsa di Tokyo, appena fuori un'agenzia di brokeraggio della capitale giapponese. REUTERS/Issei Kato

L’indice Nikkei chiude in ribasso dello 0,3% a 22.850,77, dopo aver toccato quota 22.705,60 punti, minimo dal 24 ottobre.

L’indice termina la settimana in rialzo dello 0,2%, segnando la quarta ottava positiva di fila. Il più ampio indice Topix chiude poco mosso a 1.666,50.

Funzionari cinesi dubitano sia possibile siglare un esaustivo accordo commerciale a lungo termine con Washington e con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, secondo quanto riportato ieri da Bloomberg, citando fonti anonime.

Si tratta dell’ultimo ostacolo sulla via per un accordo commerciale tra Cina e Usa, in contrasto con le dichiarazioni di Trump, secondo il quale i due Paesi annunceranno presto una nuova sede per siglare la “Fase Uno” dell’accordo, dopo che il Cile ha annullato il vertice Apec in programma a metà novembre che avrebbe dovuto fare da sfondo alla firma.

Il dollaro ha toccato i minimi di tre settimane di 107,92 yen.

Il produttore di attrezzature ottiche Olympus cede il 2,8%, mentre il produttore di robot Fanuc perde l’1,9% e Toshiba l’1,8%.

Keyence, specializzato in attrezzature per l’automazione, chiude in rialzo dell’8,2% ai massimi storici, diventando la quarta azienda dell’indice Nikkei per capitalizzazione di mercato, superando Sony e Softbank Group.

Keyence ha annunciato a sorpresa un’operazione di frazionamento azionario oltre alla previsione di dividendi annuali insieme ai risultati trimestrali di aprile-settembre a mercati chiusi.

Nintendo guadagna il 7,5% salendo in cima all’indice Topix, dopo avendo annunciato un utile operativo tra luglio e settembre più che raddoppiato rispetto a un anno prima, battendo le aspettative degli analisti grazie alla forte domanda per la sua console Switch.

Murata Manufacturing guadagna il 3,2% dopo aver migliorato la propria stima sull’utile operativo annuale, grazie a un equilibrio più favorevole tra prodotti di fascia alta e riduzione dei costi.

Sumitomo perde il 5,6%, avendo ridotto la propria stima su utili dell’intero anno e dividendi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below