October 30, 2019 / 12:29 PM / 19 days ago

Prezzi stabili, timori commerciali controbilanciano calo scorte

Un labirinto di condutture e valvole per il trasporto del petrolio presso l'impianto di stoccaggio strategico di Freeport, Texas, Stati Uniti. REUTERS/Richard Carson

(Reuters) - I prezzi del petrolio sono poco mossi, da una parte frenati dalle preoccupazioni per un possibile ritardo nella risoluzione della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina che ha penalizzato la domanda mondiale di petrolio, dall’altra sostenuti da una diminuzione delle scorte di greggio Usa.

Alle 12,15, i futures sul Brent guadagnano 12 centesimi, pari allo 0,19%, a 61,73 dollari al barile. Il greggio Usa cede 2 centesimi, pari allo 0,04%, a 55,54 dollari al barile.

Gli Stati Uniti e la Cina continuano a lavorare su un accordo commerciale temporaneo che potrebbe però non essere pronto in tempo per essere firmato il mese prossimo dai leader statunitensi e cinesi, ha detto un funzionario dell’amministrazione statunitense.

L’ultima potenziale battuta d’arresto nei negoziati ha fermato il rally dei mercati azionari globali.

“Le vendite sono state causate dall’affievolirsi dell’ottimismo sul commercio e il taglio dei tassi della Fed. Gli asset rischiosi sono stati colpiti, con gli operatori preoccupati di un ritardo nella risoluzione delle differenze commerciali tra Stati Uniti e Cina”, dice Stephen Brennock, analista di Pvm.

Tuttavia, le scorte di greggio Usa sono diminuite di 708.000 barili nella settimana conclusasi il 25 ottobre a 436 milioni, rispetto alle aspettative degli analisti di un aumento di 494.000 barili, secondo i dati Api diffusi ieri sera.

Gli investitori sono in attesa anche dell’esito della riunione di due giorni della Federal Reserve. La Fed sembra pronta a sostenere l’economia americana, ostacolata dal rallentamento degli investimenti e dalla debole crescita all’estero, con quello che sarebbe il terzo taglio dei tassi di quest’anno.

Un taglio dei tassi aiuterebbe a sostenere i prezzi del petrolio in quanto un’economia più forte implica in genere una domanda maggiore di greggio, mentre il calo delle scorte suggerisce che il mercato si stia riequilibrando.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below