October 30, 2019 / 11:34 AM / 19 days ago

Borse Europa in calo, zavorrate da utili banche, auto sostenute da trattative fusione

Operatori al lavoro presso CMC Markets a Londra. REUTERS/John Sibley

(Reuters) - Gli azionari europei sono in ribasso sui deboli utili delle banche e sui dubbi sull’accordo commerciale preliminare tra Cina e Stati Uniti che limitano l’attività dei mercati, nonostante le perdite siano arginate dall’entusiasmo per le trattative su una possibile fusione tra FIAT CHRYSLER e la francese PSA.

Intorno alle 11,20 italiane, l’indice paneuropeo STOXX 600 perde lo 0,03%, con le banche che registrano le maggiori perdite dopo risultati deludenti da parte di alcuni dei più grandi istituti del continente.

Deutsche Bank è in flessione del 5,6%, in fondo all’indice di riferimento, dopo aver riportato perdite per il secondo trimestre consecutivo sui costi legati al progetto di ristrutturazione globale su vasta scala.

La maggior banca europea, Santander, perde il 2,8% sul crollo del 75% degli utili netti a causa di oneri una tantum nel Regno Unito, mentre la svizzera Credit Suisse è in calo del 2,4% dopo aver diffuso un outlook cauto per il 2020.

Il settore tech, sensibile agli sviluppi in ambito commerciale, ed i titoli legati alle materie prime risentono dei rinnovati timori sui rapporti commerciali tra Cina e Stati Uniti, dopo che un funzionario dell’amministrazione Usa ha detto a Reuters che è difficile chiudere un accordo in tempo per la firma prevista il prossimo mese in Cile.

Il settore auto tocca i massimi di oltre sei mesi, dopo che Fiat-Chrysler e PSA hanno confermato di essere in trattativa per una possibile integrazione. I titoli di entrambe le società guadagnano tra il 6% ed il 9%, con Peugeot che raggiunge i massimi degli ultimi 11 anni. La francese Renault, che era stata avvicinata da Fca nei mesi scorsi per una fusione, perde invece il 3,4%.

I titoli quotati alla borsa di Oslo vengono sospinti dal rialzo dell’1,36% della più grande società mondiale di allevamento ittico, MOWI, che intende aumentare la produzione del 4,7% nel 2020.

Tutti gli occhi saranno puntati oggi sulla riunione della Fed, che si conclude oggi e da cui dovrebbe emergere un taglio de tassi per la terza volta quest’anno, ampiamente atteso.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below