October 18, 2019 / 9:29 AM / 2 months ago

Borsa Tokyo, Nikkei a massimi dieci mesi su forza tech, realizzi sul Topix

TOKYO (Reuters) - L’indice giapponese Nikkei termina la settimana toccando massimi di 10 mesi, con le società high-tech in rialzo sulla scia dei risultati positivi della taiwanese Tsmc, mentre il mercato più ampio archivia la seduta in ribasso sulle prese di profitto dopo dati sul Pil cinese più deboli del previsto.

Un operatore della Borsa di Tokyo osserva un tabellone elettronico. REUTERS/Issei Kato

Il Nikkei è avanzato dello 0,18% a 22.492,68, la sua chiusura più alta dall’inizio di dicembre dello scorso anno, ritracciando rispetto al progresso dello 0,88% messo segno durante la seduta. Su base settimanale, il Nikkei è salito del 3,18%.

Il più ampio Topix, indice che comprende tutte le società del listino principale della Borsa di Tokyo, ha chiuso in calo dello 0,13% a 1.621,99.

Le performance divergenti hanno portato il cosiddetto rapporto Nt dei due indici ai massimi dal 1992.

A sostenere il Nikkei i guadagni del colosso Fast Retailing e di alcune società tech, tra cui Fanuc, Shin-Etsu Chemical e Omron.

Il settore tech ha guidato i guadagni dopo che Taiwan Semiconductor Manufacturing (Tsmc) ha aumentato ieri il piano d’investimento del 2019 di 5 miliardi di dollari e previsto un aumento di quasi il 10% dei ricavi del quarto trimestre sulla forte richiesta di chip per il segmento mobile più veloci e di nuovi smartphone di fascia alta.

Screen Holdings, importante fornitore nel settore dei chip, è balzato del 7,9% con volumi di scambi quasi il triplo della media, mentre SUMCO ha guadagnato il 4,3%.

Tri Chemical Laboratories, specializzato in prodotti chimici ad elevato grado di purezza per la produzione di semiconduttori, è balzato del 6,8%.

Tra le società più grandi, Murata Manufacturing e Keyence hanno chiuso in rialzo rispettivamente dell’1,2% e dell’1,0%.

Sebbene uno slancio iniziale sia stato conferito dall’accordo raggiunto tra Ue e Regno Unito per l’uscita di Londra dal blocco, i dati deludenti del Pil cinese hanno innescato prese di profitto.

La crescita economica della Cina del terzo trimestre ha rallentato oltre le aspettative al 6,0%, il suo ritmo più contenuto in quasi tre decenni.

Rimane tuttavia positivo il sentiment complessivo, con gli utili societari statunitensi finora per lo più sopra le aspettative del mercato.

Sul fronte domestico, un sostegno è arrivato dall’accordo commerciale siglato da Giappone e Stati Uniti, che secondo Tokyo dovrebbe incrementare l’economia domestica di circa lo 0,8%.

Nh Foods, la società cosmetica Shiseido e Keisei Electric Railway hanno ceduto rispettivamente il 2,4%, il 3,1% e il 2,1%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below