October 16, 2019 / 8:33 AM / 2 months ago

Borsa Tokyo ai massimi dieci mesi su yen debole, bene titoli legati ai chip

SIDNEY (Reuters) - L’azionario giapponese ha archiviato la seduta di oggi ai massimi di oltre 10 mesi, con gli esportatori sostenuti dalla debolezza dello yen e i titoli legati alla produzione di chip in rialzo sulla scia dei guadagni di Wall Street.

Impiegati del Tokyo Stock Exchange (TSE) presso la Borsa di Tokyo. REUTERS/Issei Kato

L’indice di riferimento Nikkei ha terminato in rialzo dell’1,2% a 22.472,92, la chiusura più alta dal 3 dicembre, dopo aver messo a segno un guadagno dell’1,9% nella seduta di ieri. Il più ampio indice Topix è avanzato dello 0,7% a 1.631,51, chiudendo anch’esso al suo massimo in oltre 10 mesi.

Durante la notte, lo yen giapponese ha toccato un minimo di 2 mesi e mezzo a 108,90 yen contro il dollaro, con gli investitori attirati dagli asset più rischiosi nella speranza di un’uscita ordinata di Londra dall’Unione europea.

Funzionari e diplomatici coinvolti nelle trattative sulla spinosa questione del divorzio della quinta economia mondiale dal suo più grande blocco commerciale hanno riferito che le divergenze sui termini dell’uscita si sono notevolmente ridotte.

Bene i produttori di auto e componenti, sensibili all’andamento della valuta giapponese, con Toyota e Nissan in rialzo rispettivamente dell’1,0% e dell’1,2%, mentre Bridgestone ha guadagnato l’1,6%.

Tra le altre blue chip dipendenti dall’export, Nidec ha chiuso in rialzo del 2,2%, Mits del 2,7% e Omron del 2,0%.

A sostenere le società legate alla produzione di chip il massimo record raggiunto ieri dall’indice statunitense dei semiconduttori di Philadelphia e il balzo del 5,3% registrato da Nvidia.

A Tokyo, Advantest è salito del 2,7%, Screen Holdings del 2,9% e Tokyo Electron dell’1,4%.

“Alcuni investitori stanno apparentemente acquistando titoli tech e legati ai macchinari nel timore di rimanere indietro, senza attendere che gli imminenti risultati di queste società confermino il loro ottimismo”, osserva Yasuo Sakuma, chief investment officer di Libra Investments.

In controtendenza, East Japan Railway ha visto una flessione dell’1,2% dopo che la società ha dichiarato che saranno necessarie almeno un paio di settimane per riparare completamente i danni causati dal tifone Hagibis alla sua linea di treni ad alta velocità Hokuriku.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below