September 27, 2019 / 11:20 AM / 2 months ago

Greggio, prezzi in calo, settimana verso chiusura negativa su timori domanda

LONDRA (Reuters) - Viaggiano precedute dal segno negativo le quotazioni del greggio, sul finale di una settimana all’insegna della correzione dominata da timori sul rallentamento della crescita cinese e sulle previsioni per la domanda. Di converso, il recupero della produzione saudita procede a ritmo migliore delle aspettative.

Una pompa per l'estrazione petrolifera. REUTERS/Sergei Karpukhin/Files

Poco prima delle 12,30 i futures sul Brent scambiano in ribasso di 25 centesimi a 62,49 dollari il barile, mentre il greggio Usa è indicato in calo di 5 centesimi a 56,40 dollari. Su base settimanale, entrambi i contratti cedono circa 2,5%.

Per i futures sul Brent si profila la maggiore correzione delle ultime sette settimane, su livelli di poco superiori a prima degli attacchi del 14 settembre contro gli impianti dell’Arabia saudita che hanno in un primo momento dimezzato la produzione di petrolio del regno.

“Il premio al rischio politico sei prezzi del greggio è quasi del tutto sparito”, scrivono gli analisti di Jefferies in una nota.

L’Aie comunica intanto che potrebbe ridurre le proprie previsioni di crescita sulla domanda globale di greggio nel 2029 e nel 2020 in caso di ulteriore indebolimento dell’economia mondiale.

“Dipenderà dall’economia mondiale. Se l’economia mondiale si indebolisce, e ci sono già alcuni segnali in questa direzione, potremmo dover ridurre ulteriormente le stime di domanda”, ha detto a Reuters il direttore esecutivo Aie Fatih Birol.

In Cina, la seconda economia mondiale e primo importatore di greggio, i profitti delle aziende si sono contratti ad agosto.

Un inatteso aumento di 2,4 milioni di barili nelle scorte di greggio Usa la scorsa settimana ha pesato ulteriormente sui prezzi.

Le tariffe delle consegne dal Medio Oriente all’Asia sono schizzate in rialzo del 28% dopo l’imposizione di dazi statunitensi sulle navi della cinese Cosco, che Washington accusa di presunto coinvolgimento in operazioni su greggio iranianon.

Secondo dati Reginitiv, le petroliere Cosco corrispondono a circa il 7,5% della flotta mondiale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below