September 18, 2019 / 8:27 AM / 2 months ago

Borsa Tokyo, fine rally 10 giorni, prese profitto in vista Fed, Boj

TOKYO (Reuters) - Il Nikkei ha chiuso in calo oggi, su prese di profitto degli investitori dopo 10 giorni di rally in vista dei cruciali meeting delle banche centrali di Usa e Giappone. L’indice è comunque rimasto su valori non lontani dai massimi degli ultimi quattro mesi toccati ieri.

Due tabelloni elettronici dell'indice Nikkei a sinistra, le silhoutte di due operatori presso la Borsa di Tokyo a destra. REUTERS/Kim Kyung-Hoon

L’indice di riferimento Nikkei ha perso lo 0,2% a 21.960,71, vicino al suo picco degli ultimi quattro mesi di ieri a 22.041,08, mentre il più ampio Topix ha chiuso in ribasso dello 0,5% a 1.606,62.

Gli investitori sono rimasti in attesa delle decisioni della Fed e dalla Banca del Giappone che verranno annunciate tra oggi e domani.

Un taglio di 25 punti base da parte della Fed è ritenuto quasi certo, e c’è attesa per il cosiddetto “dot-plot”, che indica le attese sui tassi per il futuro.

Secondo un sondaggio Reuters la Banca del Giappone sta temporeggiando sulla linea da tenere. Tuttavia, 28 dei 41 economisti intervistati si aspettano misure espansive quest’anno, e 13 credono che potrebbe sorprendere tutti con una decisione già domani.

Gli energetici hanno oggi fatto un passo indietro rispetto a ieri sul calo dei prezzi del greggio, dopo che l’Arabia Saudita ha annunciato che ripristinerà completamente la fornitura di petrolio entro mese dopo gli attacchi ai pozzi.

La più grande impresa petrolifera e di gas giapponese, Inpex, ha perso il 4,2%, la società d’ingegneria Jgc ha chiuso a -2,3%, mentre il comparto dei prodotti petroliferi e del carbone ha perso il 3,6%.

Di contro, le società di energia elettrica e gas e di trasporto marittimo , grandi beneficiari del calo dei prezzi del greggio, sono stati i migliori comparti tra i 33 sottosettori dell’indice Nikkei, guadagnando rispettivamente lo 0,8% e lo 0,7%.

Sony ha perso il 2,2% dopo che la società d’elettronica ha rifiutato una richiesta di scorporare la propria divisione di produzione dei chip da parte di Third Point LLC, l’hedge fund attivista di Daniel Loeb, riferendo che “è un cruciale fattore di crescita”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below