September 16, 2019 / 10:30 AM / a month ago

Borsa Milano cala dopo attacco a greggio saudita, bene petroliferi, cade Atlantia

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Piazza Affari estende il ribasso a metà seduta, a causa di una minore propensione al rischio, dopo l’attacco di un drone a impianti sauditi che ha dimezzato la produzione di petrolio del Paese.

Il logo di Atlantia. REUTERS/Alessandro Bianchi

Il balzo del prezzo del greggio sostiene il comparto, ma scattano vendite negli altri settori, incluse le banche, che sono andate molto bene dopo le misure espansive della Bce.

Pesano i dati macro cinesi più deboli delle attese, con la produzione industriale ai minimi da 17 anni e mezzo a causa dello scontro commerciale con gli Usa.

Bamche correggono i recenti ribassi, in un mercato che resta però positivo sul comparto dopo le mosse della Bce. Lo spread Btp-Bund si allarga a 136 punti dopo una partenza in area 130. Le peggiori sono Finecobank (FBK.MI) e Banca Mediolanum (BMED.MI). Su quest’ultima Ubs ha tagliato a ‘neutral’ con target a 7 euro dopo un taglio delle stime dei proventi da interessi a causa del calo dei tassi.

Ferrari (RACE.MI) -2,4% su realizzi. Alcuni broker hanno target superiori a quota 135 euro circa di oggi, ma alcuni analisti ritengono sia un buon momento per realizzare, considerato che il flusso di notizie positive, dopo la presentazione di nuovi modelli, subirà una pausa. Nel mese di agosto Kepler ha indicato target a 140 euro, Invest Securities a 145 euro, Morgan Stanley a 175 dollari.

Nuovo ribasso di Atlantia (ATL.MI) (-7%) dopo l’inchiesta della magistratura sui viadotti. Mediobanca Securities nella nota del mattina indica sulle azioni ‘outperform’ con obiettivo a 25,8 euro.

Il greggio, che ha registrato oggi sui mercati asiatici il maggiore rialzo dalla guerra del Golfo nel 1991, si attesta a quota 65 dollari, dopo un massimo a 71,95. Eni (ENI.MI) +2,6%, Saipem (SPMI.MI) +2%, Tenaris (TENR.MI) +3,6%.

Vendite sul lusso, su cui pesano il dato cinese e le tensioni politiche a Hong Kong. Ferragamo (SFER.MI) cala dell’1,6%; secondo Equita tratta a premio del 10-15% rispetto al settore. Moncler (MONC.MI) perde l’1,8%.

** Prosegue il rally Eurotech (E5T.MI) (+5% a 7,1 euro), Banca Imi nei giorni scorsi ha alzato l’obiettivo a 7,4 euro dopo i risultati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Reporting by Stefano Rebaudo

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below