December 3, 2018 / 9:19 AM / 15 days ago

BTP in rialzo su speranze accordo Italia-Ue su calo target deficit

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

MILANO (Reuters) - MILANO, 3 dicembre (Reuters) - Mercato obbligazionario italiano in rialzo a metà seduta, sostenuto dai segnali di un possibile compromesso tra Roma e Bruxelles su una riduzione del target del deficit/Pil previsto nella legge di bilancio italiana dell’anno prossimo.

** Il premier Giuseppe Conte ha espresso ottimismo sulla possibilità di evitare una procedura d’infrazione, dopo aver incontrato a Buenos Aires il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker.

** Sul tavolo, secondo alcune dichiarazioni del ministro dell’Economia Giovanni Tria riportate dalla stampa, ci sarebbe la riduzione del target deficit/Pil 2019 a 1,9-2% da 2,4% inserito nel documento programmatico di bilancio bocciato da Bruxelles, che nei giorni scorsi ha avviato i primi passi formali per avviare una procedura disciplinare per eccesso di debito.

** Resta da capire come e quanto tale ipotesi possa essere condivisa dai vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, leader di Movimento 5 Stelle e Lega, che dovranno accettare un qualche ulteriore depotenziamento delle misure promesse in campagna elettorale, reddito di cittadinanza e ammrobidimento dei criteri per l’età pensionabile in testa. Un vertice di governo per fare il punto della situazione dovrebbe tenersi nella giornata di oggi, mentre Tria sarà impegnato all’Eurogruppo.

** Sullo sfondo i segnali di rallentamento dell’economia italiana, che ha registrato una debole contrazione nel terzo trimestre e rischia, a detta di Confindustria, di archiviare l’anno in recessione tecnica, riducendo ulteriormente le prospettive per l’anno prossimo.

** Intorno alle 10,40 il tasso del decennale italiano scende a 3,155% da 3,218% del finale di seduta di venerdì, portandosi sui minimi da fine settembre. Lo spread con l’analoga scadenza del Bund scende a 283 punti base da 291 punti base di venerdì sera, riavvicinandosi ai minimi dal 5 ottobre toccati lunedì scorso, quando il differenziale si era stretto fino a 280 pb.

** A sostegno dei Btp contribuisce il clima di generalizzata propensione al rischio che si respira sui mercati globali, per effetto della tregua sui dazi siglata tra Stati Uniti e Cina dopo i colloqui ad alto livello a margine del G20.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below