August 16, 2018 / 10:38 AM / 4 months ago

Atlantia in forte calo in borsa, con incidente Genova cresce incertezza, rischio politico

MILANO (Reuters) - ** Atlantia è in deciso calo a Piazza Affari penalizzata dagli annunci del governo sulla possibile revoca della concessione dopo il disastro del ponte Morandi di Genova, aprendo scenari di forte incertezza sulla società che controlla Autostrade per l’Italia.

** La vicenda ha fatto esplodere il rischio regolatorio e politico sull’intero settore autostradale con gli analisti che si aspettano richiesta di maggiori investimenti per le manutenzioni in un contesto ambientale generalmente negativo per le concessionarie autostradali.

** Alle 11,50 Atlantia riduce le perdite fino a -15% dopo i cali della mattinata di oltre il 25% ai minimi da metà novembre 2014. Forti gli scambi con 16,6 milioni di pezzi trattati su una media di 1,4 milioni circa.

** Nel resto del settore Astm perde il 18,6% e Sias il 6,3%, Autostrade Meridionali perde il 2,6%.

** Ieri, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha detto ha detto che il governo intende revocare la concessione ad Autostrade per l’Italia, a prescindere dagli esiti penali della vicenda.

** Stamattina Atlantia ha risposto in una nota che l’annuncio del governo “è stato effettuato in carenza di qualsiasi previa contestazione specifica alla concessionaria ed in assenza di accertamenti circa le effettive cause dell’accaduto”.

** Secondo il sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi il governo sta valutando tre alternative: la revoca dell’intera concessione, quella solo per la A10 e una sanzione.

** “Le incertezze sull’incidente sono elevate così come le potenziali implicazioni di tipo finanziario”, sottolinea Banca Imi in un report.

** Un primo elemento di incertezza riguarda il perimetro dell’eventuale revoca della concessione. L’impatto sarebbe infatti limitato se riguarda solo la concessione dell’A10 (200 chilometri circa su una rete di 3000 km complessivi in gestione al gruppo), mentre diventerebbe rilevante se coinvolgesse l’intera rete in quanto Autostrade per l’Italia genera circa il 70% dell’Ebitda di Atlantia.

** Un secondo fattore di incertezza riguarda le procedure e le tempisiche per l’iter finalizzato alla revoca che aprirebbe un probabile lungo scontro legale dagli esiti incerti

** Un terzo elemento di incertezza riguarda inoltre l’ampiezza delle coperture assicurative, per il broker.

** Banca Akros ritiene che le possibilità di una revoca della concessione siano “piuttosto piccole” essendo una procedura particolarmente complessa e di difficile attuazione. Tuttavia l’incertezza ‘regolamentare’ è destinata a crescere a breve in un contesto ambientale che diventerà “più ostile”. A cause delle incertezze e dei maggiori rischi il broker ha tagliato il giudizio a “neutral” riducendo il target price a 25 da 31 euro.

** Anche Equita Sim, che ha tagliato il rating a “hold”, considera “poco probabile che si arrivi alla revoca della concessione mentre ci aspetteremmo una fase di negoziazione che porti a maggiori investimenti per Aspi”.

** Equita ricorda inoltre che la richiesta di maggiori investimenti in manutenzioni non remunerati attraverso gli aumenti tariffari potrebbe impattare sulle valutazioni di Sias e Autostrada To-Mi.

** Secondo un altro broker italiano “l’incidenre rappresenta un colpo per un settore che è già percepito molto negativamente dall’attuale governo (M5s) e una delle conseguenze probabili è quella di più bassi ritorni futuri”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below