August 8, 2018 / 10:43 AM / 3 months ago

Greggio stabile fra timori su sanzioni Iran e debole domanda cinese su import

SINGAPORE/LONDRA (Reuters) - Il greggio si mantiene stabile oggi nonostante i dati sull’import cinese siano relativamente deboli con il mercato che resta sostenuto dal calo delle scorte di greggio Usa e dall’introduzione delle sanzioni contro l’Iran.

Intorno alle 12,30 italiane il contratto sul Brent per consegna ottobre sale di 20 cent a 74,85 dollari e la scadenza settembre del greggio leggero Usa Wti avanza di 18 cent a quota 69,35.

Le importazioni di greggio cinese sono risalite leggermente a luglio dopo il calo dei ultimi due mesi precedenti, ma restano sempre fra le più basse nell’anno a seguito del calo della domanda delle più piccole raffinerie indipendenti del Paese.

I mercati restano comunque sostenuti dall’entrata in vigore ieri delle nuove sanzioni Usa all’Iran che inizialmente colpiscono gli acquisti iraniani di dollari Usa — valuta in cui si tratta il petrolio — così come il trading dei metalli, il carbone e i settori dei software industriali e automobilistico.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below