July 17, 2018 / 3:24 PM / 2 months ago

Fitch: stop a riforma Bcc indebolirebbe banche cooperative

MILANO (Reuters) - Tornare indietro sulla riforma delle banche di credito cooperativo (Bcc) sarebbe negativo dal punto di vista del merito di credito per il settore.

Lo scrive l’agenzia di rating Fitch secondo cui qualsiasi passo indietro rispetto alla ristrutturazione avviata nel “frammentato” sistema di banche cooperative in Italia andrebbe contro l’evoluzione già vista in altri paesi europei che ha portato a istituti più forti e razionali.

Nel 2016 l’esecutivo guidato da Matteo Renzi ha varato una legge che porta le quasi 300 Bcc a confluire in tre holding: Iccrea Banca, Cassa Centrale Banca e Cassa Centrale Raiffeisen. Alberto Bagnai, presidente della commissione Finanze del Senato ha proposto una moratoria fino a quando non sarà introdotto in Europa un quadro regolatorio più favorevole alle banche di minori dimensioni.

Il nuovo sistema, secondo Fitch, migliorerà la trasparenza e la governance e porterà a risparmi di efficienza attraverso fusioni e con la condivisione centrale delle risorse. Anche l’accesso alle fonti di raccolta wholesale sarà più facile in quanto il regolatore riconoscerà il più solido meccanismo sostegno reciproco.

La riforma, ricorda l’agenzia, è stata appoggiata dalla Bce e incontra il favore della maggior parte delle Bcc.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below