April 17, 2018 / 7:27 AM / a year ago

BTP premiati da flussi acquisti in clima meno avverso a rischio, spread in calo

MILANO (Reuters) - MILANO, 17 aprile (Reuters) - Secondario italiano in territorio positivo grazie a un clima di fondo meno avverso al rischio, che premia i mercati periferici rispetto alla carta ‘core’ consentendo un buon restringimento della forbice di rendimento tra Btp e Bund.

Un operatore a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

** Oltre all’intonazione ‘risk on’ fotografata dall’andamento delle borse, confortate dagli incoraggianti dati sulla crescita cinese, sulla carta tedesca esercita una qualche pressione anche l’attesa per il collocamento di domani, in cui Bundesbank riapre per 3 miliardi di euro proprio il decennale febbraio 2028.

** Dal lato macro, l’indagine Zew sul morale dell’economia tedesca mostra in aprile un deterioramento ben più vistoso del previsto, scivolando a -8,2 — minimo da novembre 2012 — contro una mediana delle attese pari a -1 dopo il 5,1 del mese scorso.

** L’istituto di ricerca mette in relazione il peggioramento del clima in primo luogo alle tensioni geopolitiche — fronte siriano e battibecchi commerciali tra Usa e Cina — ma fa anche riferimento a ricadute negative derivanti dalla debolezza delle voci produzione, esportazioni e vendite al dettaglio del primo trimestre.

** Gli addetti ai lavori rilevano peraltro che il mercato non sembra particolarmente sensibile al dato tedesco, che pur consente un lieve recupero del futures Bund rispetto ai minimi di seduta.

** “Siamo chiaramente in fase ‘risk on’ e l’Italia sta performando bene nei confronti sia della carta tedesca sia di quella spagnola... ci sembra comunque un movimento legato soprattutto a flussi” commenta un operatore.

** Lo scarto di rendimento tra decennale italiano e Bund orbita intorno ai 125 punti base, quello Btp/Bonos intorno a 55 centesimi, sui minimi da inizio marzo.

** Di ieri sera l’annuncio del Tesoro sull’operazione di concambio in agenda domani: verranno offerti fino a due miliardi di euro del titolo novembre 2021 e ritirati cinque titoli: tre Btp e due Ctz sulle scadenze 2018 e 2019.

** Pur non consentendo al ministero dell’Economia un sensibile allungamento della vita media del debito, l’operazione risponde a esigenze messe in evidenza dagli specialisti, evidentemente “corti” in modo particolare sulla scadenza novembre 2021, come dimostravano i tassi repo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below