April 11, 2018 / 3:32 PM / 8 months ago

BTP recuperano dopo Nowotny ma aste e crisi Siria pesano su spread

MILANO (Reuters) - Chiusura positiva per il mercato obbligazionario italiano, anche se l’escalation di minacce tra Stati Uniti e Russia dopo il sospetto attacco chimico in Siria offre supporto al Bund, con gli investitori attratti dagli asset rifugio.

** L’intero comparto dei bond sovrani della zona euro recupera terreno rispetto alla seduta di ieri, beneficiando delle precisazioni di un portavoce della Banca centrale europea che ha sottolineato come le recenti esternazioni del consigliere Ewald Nowotny non riflettano la posizione di Francoforte.

** In un’intervista a Reuters, Nowotny ha definito possibile un ritocco del tasso della deposit facility a -0,2% da -0,4%, una volta archiviato il quantitative easing alla fine di quest’anno. Parole che hanno determinato una correzione dell’obbligazionario della zona euro.

** A contenere gli odierni guadagni dei Btp anche la corposa tornata di aste a medio-lungo termine in agenda domani, quando il Tesoro metterà a disposizione fino a 9,25 miliardi di euro in Btp a 3,7, 20 e 30 anni, tra cui il nuovo benchmark aprile 2021.

** Quest’ultimo sul mercato grigio di Mts in chiusura di seduta offre un rendimento in area 0,07%, mentre il mese scorso il vecchio benchmark ottobre 2020 era stato assegnato in asta a tasso zero.

** Resta sullo sfondo la perdurante fase di stallo politico che prosegue dalle elezioni del 4 marzo. Domani il presidente della Repubblica avvierà un secondo giro di consultazioni che potrebbe concludersi con il conferimento di un mandato esplorativo ad una “carica istituzionale” mentre proseguono i veti incrociati tra le varie forze politiche

“Il mercato tiene, nonostante non manchino fonti di preocupazione: dalla politica interna, all’abbondanza dell’offerta alla situazione in Siria”, dice un operatore da Milano.

** Intorno alle 17,20, il differenziale di rendimento tra Italia e Germania sul tratto decennale sale a 129 punti base dai 128 della chiusura di ieri, in allontamento dal minimo da settembre 2016 a 122 punti base toccato la settimana scorsa. Il tasso del decennale italiano di riferimento viaggia in area 1,78% da 1,79% del finale di seduta di ieri.

** In mattinata il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro in Bot 12 mesi, ad un rendimento di 0,399% da -0,403% di metà marzo, al massimo da metà novembre 2017.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below