April 11, 2018 / 1:07 PM / 7 months ago

Dollaro su minimi 2 settimane per timori Siria, poco mosso dopo dati Usa

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro continua a scambiare attorno ai minimi di due settimane nei confronti di un paniere di divise mostrando una trascurabile reazione ai dati sull’inflazione statunitense.

Fasci di banconote in dollari Usa Illustrazione del 12 febbraio 2018. REUTERS/Jose Luis Gonzalez/Illustration

** Relativi al mese scorso, i prezzi al consumo Usa sono calati per la prima volta in dieci mesi a marzo, appesantiti da una discesa dei costi della benzina, ma l’inflazione “core” continua a consolidarsi grazie a un incremento dei prezzi nel settore della salute e degli affitti.

** In particolare l’indice è sceso dello 0,1%, primo e più ampio calo dal maggio scorso, dopo il +0,2% di febbraio. A perimetro annuo, l’indice è salito del 2,4%: si tratta del maggior rialzo di un anno dopo il +2,2% di febbraio. [L8N1RO46J]

** Se da un lato si sono allentate le tensioni commerciali tra Usa e Cina, alcuni investitori dimostrano un certo nervosismo di fronte alla possibilità di un intervento occidentale in Siria.

** I listini azionari scambiano in calo e i futures sugli indici di Wall Street cedono circa l’1% mentre lo yen tocca il massimo di seduta nei confronti del dollaro.

** I timori per un potenziale intervento in Siria sembrano offuscare il sollievo procurato ai mercati dalla ricomposizione della disputa sui dazi tra Usa e Cina.

** “L’avversione per il rischio che vediamo oggi non è determinata né da un incremento dei tassi Usa né dalla guerra commerciale ma dalla possibile reazione al presunto attacco con armi chimiche in Siria”, argomenta lo stregist valutario di Societe Generale, Kit Juckes.

** In questo senso assume una certa rilevanza il fatto che alle Nazioni unite Russia e Stati uniti si siano scontrati proprio su questo punto mentre Washington e gli alleati valutano se colpire le forza del presidente Bashar al-Assad.

** L’agenzia europea per il controllo del traffico aereo Eurocontrol ha invitato le linee aeree alla prudenza nella zona del Mediterraneo orientale a causa di possibili attacchi aerei in Siria nelle prossime 72 ore.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below