April 9, 2018 / 11:14 AM / in 12 days

Greggio, prezzi stabili, sullo sfondo tensioni Usa-Cina su dazi

LONDRA (Reuters) - I mercati petroliferi si stanno stabilizzando quest’oggi, dopo il calo di circa il 2% registrato venerdì, a seguito dei crescenti timori sull’impatto nella crescita globale dall’intensificazione della disputa sui dazi fra Stati Uniti e Cina, così come dall’aumento dell’attività esplorativa negli Usa.

I mercati stanno anche guardando alla situazione in Siria, dopo le notizie, smentite dal Pentagono, secondo cui le forze Usa hanno colpito una principale base aerea nell’area.

I futures sul Brent salgono di 39 centesimi a 67,50 dollari al barile. Il prezzo ha raggiunto i minimi da tre settimane la scorsa settimana.

Il futures sul Wti Usa avanza di 25 centesimi a 62,31 dollari al barile.

Venerdì scorso il prezzo del petrolio è sceso di circa il 2% dopo la minaccia di nuovi dazi commerciali Usa verso la Cina da parte del presidente Donald Trump e questo ha fatto crescere i timori che la guerra commerciale fra le due principali economie mondiali possa avere ricadute sulla crescita globale.

“Il mercato è attualmente preoccupato dall’escalation delle tensioni sul fronte della guerra commerciale Cina-Usa e ha buone ragioni perché questo sarebbe negativo per la crescita globale e per la ulteriore crescita della domanda di petrolio”, osserva un broker.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below