March 27, 2018 / 8:56 AM / 4 months ago

Euro/dlr passa in calo su rinnovati timori inflazione zona euro

NEW YORK (Reuters) - L’euro passa in deprezzamento nei confronti del dollaro, sul riemergere dei timori per la bassa inflazione in Europa.

** Il banchiere centrale finlandese Liikanen ha affermato stamane che l’inflazione sottostante nella zona euro resta inferiore alle attese nonostante la solida crescita, e che quindi la Bce dovrà essere paziente nella rimozione dello stimolo monetario.

** Alle cautele di Liikanen si sono aggiunti in mattinata dati deboli sul credito a famiglie e imprese nella zona euro, che in febbraio hanno segnato una crescita più lenta.

** “L’economia della zona euro sta facendo estremamente bene ma l’inflazione resta indietro (...) e questo porta nuovi dubbi agli investitori” spiega lo strategist di Commerzbank Thu Lan Nguyen. “Il mercato prezza rialzi dei tassi già dalla primavera del prossimo anno ma secondo noi con un eccesso di ottimismo. Riteniamo che quest’aspettativa verrà riviste nel corso di quest’anno e per questo l’euro si indebolirà”.

** L’euro/dollaro è scivolato a fine mattinata sotto 1,24 (minimo intraday a 1,2394) dopo essersi apprezzato nella prima parte della giornata fino a 1,2476, registrando nuovi massimi da metà febbraio.

** I rinnovati timori di inflazione appesantiscono l’euro anche nei confronti dello yen, dopo l’apprezzamento di questa mattina in scia all’allentamento dei timori di guerra commerciale tra Usa e Cina, che hanno rilanciato l’appetito per il rischio sui mercati.

** L’euro/yen scambia praticamente invariato dopo un rialzo stamane fino a 131,81, seguito al +1,4% di ieri, il maggior guadagno percentuale giornaliero da giugno dell’anno scorso.

** Il presidente Usa Trump ha dato mandato ad alti esponenti della propria amministrazione di cercare di risolvere la disputa commerciale con la Cina. Secondo una fonte, Washington chiede a Pechino di ridurre le tariffe sulle importazioni di auto, consentire il controllo straniero di società del settore finanziario e acquistare più semiconduttori americani, come contropartita per la rinuncia agli annunciati dazi.

** Il dollaro si conferma invece in apprezzamento sullo yen, appena sotto il massimo intraday di 105,79, oltre una figura sopra il minimo da 16 mesi toccato ieri a 104,56.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below