March 22, 2018 / 8:20 AM / in a month

Btp in rialzo con Bund dopo Fed, spread poco mosso e nuovo max future

MILANO (Reuters) - Sulla scia della forza del Bund, anche i periferici guadagnano terreno, con i derivati sui decennali italiano e spagnolo che toccano i massimi di contratto. A sollecitare il reddito fisso, l’esito del Fomc che, come da attese, ha aumentato il costo del denaro di un quarto di punto ma non ha aperto chiaramente alla possibilità di varare complessivamente quattro strette quest’anno, come parte del mercato si aspettava.

Operatori a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

** “La Fed è apparsa meno ‘hawkish’ delle attese, dimostrando di non voler accelerare il processo di normalizzazione dei tassi” dice un trader italiano. “Di questo hanno beneficiato Treasuries e, in seconda battuta, Bund. Il mercato tedesco fa da traino alle periferie, con spread che quindi si mantengono sostanzialmente stabili”.

** In seduta il future sul Btp ha aggiornato i massimi di contratto a 137,43, mentre quello sul decennale Bono ha visto nuovi picchi a 154,98.

** “Se da un lato la politica interna dei Paesi periferici, quindi anche la fase d’incertezza sul governo italiano, non pesa sul mercato, dall’altro qualche movimento si potrà vedere in vista delle aste di fine mese” dice ancora il trader.

** Atteso domani l’annuncio relativo alle aste a medio-lungo di mercoledì 28 marzo. A mercato chiuso, ieri il Tesoro ha comunicato che lunedì prossimo 26 marzo verranno offerti fino a 5,5 miliardi in nuovi Ctz e Btp indicizzati. Oggi in serata è si attende invece la comunicazione relativa al Bot semestrale in asta martedì 27.

** A sostenere una certa avversione al rischio di cui beneficia il reddito fisso, la notizia che il presidente Donald Trump firmerà oggi un memorandum presidenziale sulla cosiddetta “aggressione economica cinese”. Non è chiara la portata delle misure, né quali siano i settori coinvolti ma una risposta ritorsiva di Pechino potrebbe innescare un’escalation verso una guerra commerciale.

** Nella stessa direzione hanno agito i Pmi e l’Ifo inferiori alle attese. In particolare, la fiducia delle imprese tedesche si è attestata in marzo ai minimi degli ultimi undici mesi su timori legati alla minaccia protezionistica.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below