February 9, 2018 / 11:59 AM / 13 days ago

Greggio scivola, settimana pesante su timori incremento forniture

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in discesa per il sesto giorno, a chiusura della peggiore settimana da dieci mesi, dopo che la produzione record di greggio Usa ha aumentato i timori di un incremento delle forniture a livello globale.

Il calo giunge in una fase di discesa delle borse a causa dei timori di un ritorno dell‘inflazione.

Il futures sul Brent cede 30 centesimi a 64,51 dollari al barile. Giovedì il Brent era sceso dell‘1,1% al livello più basso dal 20 dicembre.

Il greggio Usa West Texs intermediate (Wti) cede 42 centesimi a 60,73 dollari al barile, avendo ceduto l‘1% nella sessione precedente, la peggiore dal 2 gennaio.

Entrambi i contratti hanno perso oltre il 9% rispetto ai massimi dell‘anno toccati a gennaio. Il Brent si appresta a chiudere la settimana con un ribasso del 6% circa, il più elevato da aprile, mentre il ribasso settimanale del Wti è superiore al 7%, il più elevato da marzo.

La produzione domestica Usa ha toccato il record di 10,25 milioni di barili al giorno nell‘ultima settimana, secondo i dati Eia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below