February 8, 2018 / 12:03 PM / 5 months ago

GREGGIO in calo su dati produzione Usa, rialzo dollaro

LONDRA (Reuters) - Le quotazioni petrolifere toccano i minimi da sei settimane dopo un massimo record dei dati della produzione Usa e la riapertura di un oleodotto nel Mare del Nord.

** L’aumento dei rendimenti del T-bond decennale ha messo il dollaro sulla buona strada per segnare la settimana di massimo rialzo da novembre 2016, rendendo profittevole per investitori non-Usa vendere attività denominate in dollari, come il greggio.

** Intorno alle 12,40 il contratto sul Brent per consegna aprile cede 50 cent a 65,01 dollari. La scadenza marzo sul greggio leggero Usa Wti arretra di 44 cent a 61,35.

** I prezzi del greggio hanno sofferto un ribasso di circa l’8% dal massimo da quattro anni a 71 dollari, segnato a fine gennaio, e le posizioni rialziste degli investitori sono ancora le più grandi mai viste sul mercato.

** “Questa è più che altro una tempestiva correzione; non penso che scenderà in modo significativo”, dice Tamas Varga, strategist di PVM Oil Associates.

** L’oleodotto Forties, che trasporta circa un quarto di tutta la produzione del Mare del Nord, ha chiuso ieri per la seconda volta in due mesi.

** La statunitense Energy Information Administration (EIA) questa settimana ha alzato la previsione media sul 2018 a 10,59 milioni di barili al giorno, con un aumento di 320.000 barili dalla previsione di solo una settimana prima.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below