January 24, 2018 / 4:38 PM / 6 months ago

Btp debole ma recupera in spread per discesa Bund, balzo euro in attesa Bce

MILANO (Reuters) - Regna la cautela sui titoli di Stato in vista del meeting di politica monetaria della Bce in agenda domani. Dopo una mattinata in cui il Btp, in calo, ha evidenziato un lieve ampliamento in termini di spread sulla Germania su prese di profitto dopo i recenti rialzi, un declino del Bund ha determinato un nuovo lieve restringimento del differenziale.

** L’attenzione degli operatori è concentrata sulla politica monetaria Bce, tuttavia il balzo dell’euro, che ha aggiornato il massimo dei tre anni contro il dollaro superando brevemente quota 1,24, potrebbe spingere la Bce a ridimensionare qualunque dichiarazione su un imminente cambiamento di politica monetaria.

** “La priorità del presidente della Bce Mario Draghi sarà ridurre le attese di un rialzo anticipato dei tassi d’interesse e un rafforzamento dell’euro” dice lo strategist di Abn Amro Kim Liu. “Stimiamo che la recente forza dell’euro ridurrà le proiezioni della Bce sull’inflazione core di circa 0,1-0,2 punti percentuali. In questo contesto, ci aspettiamo un meeting ‘dovish’, che dia luogo a una debolezza dell’euro e a una correzione dei rendimenti nel breve termine”.

** Ad aggiungere debolezza a una valuta già fiacca hanno contribuito le parole del segretario al Tesoro Usa Steven Mnuchin, che dal Global Economic Foum di Davos si è espresso a favore di un dollaro più debole, spiegando che rappresenta un fattore positivo per il commercio americano.

** L’apprezzamento dell’euro ha già spinto alcuni esponenti della Bce a esprimere preoccupazione per l’inflazione che potrebbe deviare dal percorso verso il target di Francoforte poco sotto il 2%. Draghi, in una lettera a un deputato del parlamento europeo , ha detto che il ‘quantitative easing’ della Bce non ha innescato movimenti “statisticamente significativi” nel cambio dell’euro e la dinamica delle valute è soltanto un effetto collaterale, non certo l’obiettivo degli acquisti Qe.

** Per domani, gli investitori si sono posizionati per una graduale riduzione dello stimolo monetario da parte di Francoforte ma non si aspettano che vengano annunciate modifiche alla ‘forward guidance’. Una possibilità quindi non prezzata dal mercato. La scorsa settimana, tre fonti vicine alla situazione hanno detto a Reuters che per gli aggiustamenti alla ‘forward guidance’ occorrerà aspettare ancora un po’, lasciando supporre che marzo potrebbe rappresentare un’opzione più realistica.

** A mercati chiusi, il Tesoro renderà noti i dettagli in vista dell’asta del Bot semestrale del 29 gennaio. In occasione del collocamento del 26 gennaio, Via XX Settembre ha fatto sapere che metterà a disposizione degli investitori tra 2,75 e 3,75 miliardi di euro in Ctz e due Btpei.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below