January 18, 2018 / 8:45 AM / 8 months ago

Borsa Milano chiude in rialzo, banche miste dopo incontro ieri con Vigilanza Bce

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude la seduta in rialzo in un mercato che, nonostante qualche segnale di incertezza, prosegue il rally di inizio anno concentrandosi su spunti selettivi, soprattutto sui bancari.

Traders a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

Il settore del credito è al centro dell’attenzione degli investitori dopo che nell’inconto di ieri tra i principali banchieri, la vigilanza di Bankitalia e la responsabile della supervisione Bce Danièle Nouy, non sarebbero emerse novità in tema di Npl e addendum confermando quindi la pressione di Francoforte sulla riduzione dei deteriorati.

** L’indice FTSE Mib termina in rialzo dello 0,49% sui massimi di seduta e l’Allshare dello 0,29%. In Europa si comporta meglio solo Francoforte (+0,74%), mentre Parigi è piatta (+0,05%), e Londra in leggero rialzo (+0,12%). Scambi sul listino milanese sopra i 2,5 miliardi di euro.

** Bancari a doppia velocità riflettendo un approccio del mercato prudente e selettivo sul settore italiano per le prospettive legate ai piani di riduzione degli Npl. A fronte dei rialzi delle due big UNICREDIT (+1,16%) e INTESA SANPAOLO (+1,18%) insieme a MEDIOBANCA /(+1,28%), i ribassi si concentrano sulle ex popolari ritenute più vulnerabili sul fronte deteriorati: BANCO BPM cede l’1,45%, UBI lo 0,75% e BPER BANCA lo 0,45%.

** Peggio il CREDITO VALTELLINESE (-4%) che continua a scontare anche la maxi-ricapitalizzazione prevista il mese prossimo, mentre BANCA CARIGE interrompe la lunga serie positiva e cede il 2,15%.

** In generale gli analisti non disegnano comunque scenari particolarmente preoccupanti per le banche italiane dall’introduzione dell’addendum, atteso per marzo, che prevede una rigida disciplina nella copertura degli npl (copertura al 100% per i non garantiti entro due anni e per i garantiti entro sette).

** Sul FTSE Mib gli acquisti si concentrano su STM che torna sopra quota 20 euro grazie ad un rialzo del 3,8% dopo il ‘buy’ di SocGen.

** Tonici i titoli del settore dei servizi finanziari con BANCA GENERALI e AZIMUT con progressi intorno al 2%, così come negli industriali con CNH INDUSTRIAL (+1%) che recupera dopo tre sedute negative, e FIAT CHRYSLER a +1,86%.

** Nel resto del paniere principale i movimenti sono dettati da variazioni nei giudizi e nei target price dei broker: SNAM cede 1,4% dopo il ‘sell’ di Ubs, FERRAGAMO <SFER.MIlo 0,36% dopo che JPMorgan ha tagliato il target price a 20,5 euro da 21,5. CAMPARI cede il 2,5% dopo il downgrade di Deutsche Bank a ‘hold’.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below