January 10, 2018 / 12:08 PM / a month ago

Greggio, Wti tocca massimo da 2014, crescono timori surriscaldamento mercato

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio Usa hanno toccato i massimi dal 2014 in un mercato che trova sostegno nei tagli alla produzione dell‘Opec e di altri Paesi e in una domanda in buona salute, anche se gli analisti mettono in guardia sulla possibilità di un surriscaldamento.

** Anche un diffuso e globale rally dei mercati, compreso quello azionario, ha contribuito ad alimentare gli investimenti nei futures sul greggio.

** Intorno alle 12,25 italiane il contratto sul greggio leggero Usa Wti per consegna febbraio sale di 53 cent a 63,49 dollari al barile, dopo aver toccato quota 63,57, livello più alto dal 9 dicembre 2014.

** La scadenza marzo del Brent tratta a 69,16 dollari, in rialzo di 34 cent. Il Brent ha toccato 69,29 negli scambi di ieri sera, massimo da maggio 2015.

** “L‘estensione dell‘accordo Opec... e le scorte in calo sono tutti fattori che aiutano a spingere al rialzo i prezzi”, commenta William O‘Loughlin, analista di Rivkin Securities.

** I dati di ieri dell‘American Petroleum hanno mostrato una flessione delle scorte settimanali Usa di greggio di 11,2 milioni di barili. Oggi sono in agenda i numeri dell‘Eia, alle 16,30 italiane. La stessa Energy Information Administrationha alzato le sue previsioni sulla crescita della domanda petrolifera 2018 di 100.000 barili al giorno rispetto alle stime precedenti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below