January 8, 2018 / 12:48 PM / in 4 months

Greggio verso nuovi massimi da 2015 su discesa numero piattaforme Usa

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in rialzo, e si avviano a rinnovare i massimi degli ultimi tre anni, trovando sostegno nella leggera discesa del numero di piattaforme petrolifere statunitensi e nei tagli alla produzione dell’Opec.

Una piattaforma petrolifera nel giacimento di Bouri, a 70 miglia nautiche a nord della Libia. Foto del 5 ottobre 2017. REUTERS/Darrin Zammit Lupi

Intorno alle 13,20 il futures Usa WTI avanza di 33 centesimi a 61,76 dollari. La scorsa settimana aveva toccato un massimo di 62,21 dollari, record da maggio 2015.

Il Brent guadagna 23 centesimi a 67,83 dollari al barile, dopo il record di 68,27 toccato settimana scorsa, il massimo da maggio 2015.

La settimana scorsa il numero delle piattaforme Usa è sceso di cinque unità a 742, secondo i dati Baker Hughes. Nonostante ciò, la produzione Usa è attesa salire presto sopra i 10 milioni di barili al giorno. Solo Russia e Arabia Saudita producono più degli Stati Uniti.

La crescita della produzione Usa contrasta i tagli della produzione voluti dall’Opec e dalla Russia, che sono iniziati un anno fa e dovrebbero proseguire nel 2018.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below