December 20, 2017 / 11:46 AM / 8 months ago

Borse Europa in lieve calo, riforma fiscale Usa non spinge titoli

MILANO, 20 dicembre (Reuters) - I mercati azionari europei sono oggi in leggero calo, dopo aver perso terreno già ieri a causa delle vendite sul mercato dei bond e dello scarso impatto positivo della riforma fiscale Usa.

Alle 12 ora italiana circa l’indice europeo STOXX 600 perde lo 0,11% a 390,59 punti. In calo più o meno allo stesso livello anche l’indice tedesco DAX, il britannico FTSE, il francese CAC 40.

Il senato Usa, a maggioranza repubblicana, ha approvato nelle prime ore di oggi la riforma fiscale da 1.500 miliardi di dollari voluta dal presidente Donald Trump. Il testo ora torna alla Camera.

“A breve termine la riforma fiscale Usa è stata già prezzata. Quel che rimane da vedere è se le aziende Usa vi faranno seguito con buy back azionari o investimenti”, dice Andrea Scauri, fund manager dell’italiana Ifigest.

Secondo Scauri, il mercato azionario europeo è penalizzato dalla forza dell’euro e ogni ulteriore aumento del valore della moneta unica potrebbe portare a una riduzione delle stime sui profitti, soprattutto per i titoli più orientatai all’export, come quelli del Dax: “È il rischio che vedo per il 2018”. ** Lo STOXX 600 è risalito di olltre l’8% quest’anno, mentre l’indice della zona euro STOXX è in rialzo dell’11%. Entrambi gli indici sono sotto i picchi raggiunti all’inizio di novembre, mentre si riaffacciano i timori per la politica e un rallentamento nella crescita dei profitti aziendali. Steinhoff perde oggi quasi il 28%, dopo che la catena di arredamento sudafricana ha iniziato a perdere alcune linee di credito da parte delle banche.

Steinhoff ha detto di non essere in grado di determinare l’entità delle irregolarità contabili che le hanno fatto perdere in due settimane oltre 10 miliardi di valore in borsa.

British American Tobacco perde oltre l’1% dopo aver guadagnato ieri. Secondo alcuni analisti l’azienda dovrebbe trarre beneficio dal taglio delle tasse negli Usa, dove registra oltre il 40% dei suoi profitti.

La casa farmaceutica tedesca Stada guadagna l’8,7% dopo aver raggiunto un nuovo accordo sul trasferimento dei profitti con il suo maggiore investitore, Nidda Healthcare.

** In calo i titoli finanziari, come Banco Santander e BNP Paribas. Dufry guadagna il 3,4% dopo l’acquisto di una quota del 6% da parte dell’investitore Elliot. RWE cala dello 0,9%, dopo che il CEO della controllata Innogy si è dimesso solo pochi giorni dopo un profit warning. Innogy perde quasi lo 0,9%.

(Danilo Masoni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below