December 18, 2017 / 8:08 AM / in 4 months

Giappone, boom export in novembre, ma attese inflazione restano deboli

TOKYO (Reuters) - Accelera nettamente la crescita dell’export giapponese in novembre, con un incremento del 16,2% annuo dopo il +14,0% del mese precedente, superiore alle attese di un +14,6%.

Il dato conferma il momento positivo dell’economia del Paese, ma sullo sfondo resta un’inflazione persistentemente bassa, sotto il target ufficiale del 2%, come conferma stamane anche la Banca del Giappone.

L’ultimo rapporto Tankan sulle aspettative di inflazione delle imprese giapponesi, appena pubblicato, indica infatti una previsione di 0,8% tra un anno, appena più alta rispetto allo 0,7% indicato dal rapporto di tre mesi fa. Resta invece invariata la proiezione a tre anni, all’1,1%.

“Le aspettative di inflazione sono in un trend di graduale ripresa ma il gap tra i solidi indicatori economici e i deboli indici sui prezzi rimane ampio”, commenta l’economista di Barclays Securities Yuichiro Nagai.

Per quel che riguarda le importazioni giapponesi, in novembre l’incremento è stato del 17,2%, più basso sia del 18,9% di ottobre sia del 18,0% stimato dagli economisti.

La bilancia commerciale segna un attivo di 113,4 miliardi yen, più contenuto rispetto ai circa 285 di ottobre ma contro attese per un rosso di 54,9 miliardi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below