December 15, 2017 / 8:38 AM / 9 months ago

Borsa Milano negativa con banche, cade Ferragamo, bene Poste

MILANO (Reuters) - MILANO, 15 dicembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue in ribasso, peggiorando insieme ai finanziari, con gli energetici che compensano solo in parte le perdite che colpiscono trasversalmente il resto del listino.

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

** Attorno alle 12, l’indice FTSE Mib 0,6% circa e l’AllShare perdono lo 0,6% circa, il MidCap e lo Star lo 0,1% circa. Volumi per un controvalore di 1,2 miliardi di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 arretra dello 0,4%.

** I futures sugli indici di Wall Street fanno pensare a un avvio di seduta in lieve rialzo.

** SALVATORE FERRAGAMO protagonista in negativo dopo il warning, lanciato nella serata di ieri, sul 2018.

** Ne risentono, sebbene in misura decisamente più contenuta, YOOX NET-A-PORTER e, fuori dal paniere principale, TOD’S. MONCLER, invece, sembra beneficiarne.

** POSTE ITALIANE spicca, nel contesto di un settore finanziario piuttosto depresso, grazie alla sigla del rinnovo della convenzione sul risparmio postale con Cdp.

** Tradizionale barometro del listino milanese, i finanziari arrancano: il paniere delle banche cede l’1,7% circa. UNICREDIT e INTESA SANPAOLO a braccetto. Male BANCO BPM, MEDIOBANCA e UBI BANCA.

** Fuori dal coro BPER BANCA: secondo indiscrezioni di stampa, a gennaio lancerà una cessione di npl con gacs per 1,8 miliardi.

** Fuori dal paniere principale, giù CREDITO VALTELLINESE.

** Con l’eccezione di Poste, risparmio gestito in rosso: segno meno per AZIMUT, BANCA MEDIOLANUM, FINECOBANK e BANCA GENERALI.

** Meglio le assicurazioni: GENERALI, UGF e UNIPOLSAI navigano attorno alla parità.

** Prosegue la fase di riscoperta dei petroliferi: reggono ENI e SAIPEM. TENARIS, invece, arretra.

** Volgendo lo sguardo alle small cap, K.R.ENERGY corre dopo aver annunciato la costituzione di una società in Argentina per sfruttamento di un giacimento di litio.

** Anche le utilities beneficiano di una rivalutazione da parte degli investitori che sta avvenendo a livello europeo. In evidenza A2A, ENEL, ITALGAS, TERNA e, tra le mid cap, IREN ed HERA. Particolarmente vivace SNAM, spinta da un upgrade di Kepler Cheuvreux.

** MEDIASET in moderato rialzo nel giorno dell’assemblea sulla modifica dello statuto.

** Perde terreno l’automotive: giù EXOR, FIAT CHRYSLER, FERRARI, CNH INDUSTRIAL e BREMBO.

** Per il resto, in affanno STMICROELECTRONICS, CAMPARI e RECORDATI.

** Tra le mid cap, STEFANEL in denaro: il gruppo ha abbassato le previsioni su quest’anno, ma ha confermato i target 2018-2022.

** SIAS galvanizzata dall’ottenimento, da parte di Halmar International (gruppo Gavio), di una commessa negli Usa.

** Su Aim spicca CASTA DIVA GROUP, che ha siglato un accordo per l’acquisizione di Monaco Growth Forums, specializzata negli eventi di finanza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below