November 29, 2017 / 5:08 PM / a year ago

Immobiliare, Nomisma: crescita compravendite in 2017 vista a +5%

MILANO (Reuters) - Nomisma si aspetta che la crescita delle compravendite nel mercato immobiliare italiano registri un rallentamento nel 2017, stimando un incremento del 5% rispetto al 16% registrato l’anno precedente. Per quanto riguarda i prezzi, l’istituto ritiene che la ripresa potrebbe estendersi anche fuori dall’area milanese, ma mette in guardia riguardo alle conseguenze negative che potrebbero arrivare dal processo di dismissione degli asset sottostanti gli npl.

E’ quanto si legge in una nota relativa alla presentazione dell’Osservatorio sul Mercato Immobiliare, che più nel dettaglio vede le compravendite di abitazioni a quota 545.000.

“Nel 2017 l’euforia si è leggermente affievolita, lasciando spazio a una maggiore oculatezza nelle scelte che scaturisce dalla valutazione dei fattori di debolezza ancora presenti sul mercato”, spiega l’istituto bolognese.

Per quanto riguarda i valori immobiliari, Nomisma sottolinea che il sentiment degli operatori immobiliari conferma i trend di prossima ripresa per il segmento abitativo e di difficoltà per gli immobili per l’impresa.

L’istituto sottolinea che, per effetto della pressione della domanda, i prezzi sono “in media ormai prossimi all’invarianza” e che la crescita, per ora circoscritta al solo ambito milanese, è destinata ad ampliarsi conferendo così “ulteriore slancio alla ripresa”.

Per Nomisma la ritrovata apertura delle banche nei confronti del settore non è tanto basata sulla presunta capacità di copertura delle garanzie immobiliari, quanto su un’attenta valutazione delle effettive capacità di rimborso dei richiedenti.

A questo proposito, il ritorno a una normalità sul lato della concessione dei mutui è stato favorito dal processo di dismissione dei crediti deteriorati.

Nomisma segnala però che “un’accelerazione del processo di dismissione degli Npl che comporti un aumento della quota di mercato immobiliare di origine distressed rischia di produrre effetti depressivi” più marcati rispetto alla fine del quantitative easing.

Pur a fronte dell’effervescenza del mercato nell’ultimo quadriennio le possibilità di assorbimento di un’ingente parte dell’offerta, soprattutto degli immobili corporate, si mantengono “tuttora modeste, con conseguenti inevitabili ricadute sui valori di riferimento”, sottolinea Nomisma.

Redazione Milano, Reuters Messaging: elisa.anzolin.thomsonreuters.com@reuters.net, +39 02 66129692, Reutersitaly@thomsonreuters.com Per una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana  con quotazioni,  grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon  la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia" Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below