29 novembre 2017 / 11:23 / tra 15 giorni

BORSE EUROPA in rialzo, ma Londra affondata da sterlina

MILANO (Reuters) - L‘indice di borsa britannico è oggi in calo, in controtendenza con i mercati europei, dopo che le notizie su una svolta nei negoziati sulla Brexit hanno spinto in alto la sterlina. ** Alle 12 circa l‘indice FTSE perde lo 0,6%, mentre l‘indice europeo STOXX 600 sale dello 0,7%, il livello più alto da almeno due settimane, grazie in particolare alla performance del settore finanziario.

** FRANCOFORTE guadagna lo 0,85%, PARIGI lo 0,55%, MADRID l‘1,25%.

La Gran Bretagna si è offerta di pagare gran parte della somma chiesta dall‘Unione europea per sancire il “divorzio”, portando le due parti più vicine a un accordo su uno degli ostacoli principali ai negoziati sul futuro accordo di libero scambio, hanno riferito ieri fonti Ue.

La sterlina è salita ai massimi di due mesi contro il dollaro, spingendo al ribasso i titoli più esposti sul fronte internazionale e legati alla divisa Usa, come British American Tobacco, Diageo e GlaxoSmithKline.

“A seguito del balzo di ieri sera (la sterlina) continua oggi la sua ascesa sulle speranze di una svolta significativa per la Brexit. Le posizioni short vengono allo scoperto mentre la notizia tiene banco, ma il rally durerà? Dipende sempre dalla politica, con vari rischi ancora da risolvere”, dice l‘analista di ETX Capital Neil Wilson, che aggiunge: “Comunque potrebbe essere il momento di dedicarsi con cauto ottimismo alla sterlina”.

** L‘indice FTSE Mid 250, più esposto sul mercato domestico (perché genera solo metà delle vendite fuori dal Regno Unito, mentre per le aziende quotate all‘FTSE si tratta dei due terzi) che beneficia di una sterlina forte, aumenta dello 0,3%. ** La mid-cap britannica Cineworld perde comunque oltre il 15,5% dopo la notizia che la catena di cinema è in trattative per acquistare l‘americana Regal Entertainment per circa 3,6 miliardi di dollari cash. Cineworld ha detto che finanzierà l‘acquisizione attraverso un mix di emissione di debito e diritti “materiali”. ** Britvic, guadagna oltre il 7% dopo la diffusione dei risultati. ** La tedesca Osram Licht avanza del 3,7% dopo che Barclays ha portato il giudizio sul titolo a “overweight” da “equal weight”, citando le attese di una forte crescita per la controllata Opto Semiconductors. ** Calano i produttori di semiconduttori Dialog Semiconductors e Infineon. Nei giorni scorsi il settore ha registrato un calo dopo il downgrade di Morgan Stanley su Samsung Electronics a causa dei timori sulla possibile fine del boom dei chip di memoria. ** In calo del 2,9% Sonova, dopo che Morgan Stanley ha abbassato il giudizio a underweight.

**In generale, il sentiment di mercato è in rialzo grazie ai segnali di progressi sulla questione della riduzione delle tasse negli Usa, che controbilancia i timori per la crisi nucleare in Corea. Nonostante l‘andamento di oggi, però, lo STOXX 600 si avvia a chiudere il mese di novembre in calo, dopo aver perso fin qui il 2% a causa delle prese di profitto e della crescita rallentata dei profitti rispetto ai precedenti due trimestri.

(Danilo Masoni)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below