28 novembre 2017 / 11:12 / tra 16 giorni

Acea, in nuovo piano industriale 3 mld per investimenti in infrastrutture

ROMA (Reuters) - Acea, si cambia. Dopo anni di investimenti nella digitalizzazione, nel quinquennio 2018-2022 la multiutility controllata dal Campidoglio investirà 3 miliardi di euro in investimenti infrastrutturali e sull‘innovazione tecnologica. E punta a entrare nel mercato della distribuzione del gas.

Il lgo di Acea, la multiutility romana. REUTERS/HandOut/Acea

Lo dice il piano industriale della società, approvato dal cda e che verrà presentato oggi a Milano.

Per l‘amministratore delegato Stefano Donnarumma, Acea investirà soprattutto “in cavi, tubi, impianti e quant‘altro”, con “una cifra mai raggiunta dal gruppo in un tempo come questo”.

Dunque Acea punterà soprattutto a rafforzare le infrastrutture nel settore idrico, con 1,6 miliardi di investimenti previsti, e in quello elettrico, con 1,1 miliardi. E conterà su altri tre pilastri: sviluppo sostenibile attraverso la decarbonizzazione, innovazione tecnologica (con un investimento specifico da 400 milioni di euro), efficienza operativa (con risparmi previsti per circa 300 milioni durante il piano).

L‘azienda vede un Ebitda sopra 1 miliardo di euro al 2020 e sopra 1,1 miliardi nel 2022. L‘utile netto dovrà crescere dai circa 282 milioni del 2020 ai 332 di fine piano.

Il payout stimato sarà superiore al 50% nell‘arco di applicazione del piano, con 700 milioni di euro di dividendo distribuibili nel quinquennio.

Tra le iniziative strategiche, c‘è anche l‘ingresso di Acea nel mercato della distribuzione del gas naturale nelle zone dove già opera nel settore idrico: “Ci sono un certo numero di opportunità su alcune delle quali ci siamo già attivati, con collegamenti con operatori medio-grandi per l‘avvio di partnership o per l‘acquisizione di quote”, ha detto ancora Donnarumma.

L‘azienda punta anche ad aumentare i clienti elettricità e gas del 33% circa, passando dagli attuali 1,4 a 1,9 milioni.

Tra i progetti annunciati, un piano straordinario di bonifica su oltre 800 km di rete idrica e fognaria per ridurre le perdite di oltre 15 punti percentuali; il potenziamento delle risorse idriche; il rifacimento di oltre 2.500 km di rete elettrica di bassa tensione; la posa di circa 1.500 km di fibra ottica e l‘installazione di circa 1 milione di Smart Meters.

Ancora, l‘ampliamento dei sistemi di compostaggio attuali e la costruzione di nuovi, con l‘obiettivo di trattare a fine piano 1,7 milioni di tonnellate di rifiuti organici, cioè il 70% in più rispetto a oggi.

Acea è controllata al 51% dal Comune di Roma, al 23,3 dalla francese Suez e al 5% dal Gruppo Caltagirone.

Il titolo guadagna oltre il 2,5% dopo la diffusione del piano.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below