14 novembre 2017 / 11:01 / in un mese

Italia, Istat conferma indice Nic ottobre -0,2% su mese, +1% su anno

ROMA (Reuters) - Secondo i dati definitivi di Istat, che confermano quelli preliminari, a ottobre l‘indice Nic dei prezzi al consumo ha registrato una variazione di -0,2% su mese e di +1% su anno.

A settembre l‘indice era sceso dello 0,3% congiunturale e salito dell‘1,1% tendenziale.

L‘istituto di statistica ha confermato l‘indice armonizzato Ipca piatto su mese e a +1,1% su anno a ottobre.

I dati di Nic e Ipca nel mese in osservazione sono in linea con le attese degli analisti.

“Il lieve rallentamento dell‘inflazione è dovuto quasi esclusivamente all‘inversione di tendenza dei prezzi dei Servizi vari (-1,1%, da +0,6% di settembre), dovuta al forte calo di quelli dell‘Istruzione universitaria a seguito dell‘entrata in vigore delle nuove norme sulla contribuzione studentesca introdotte con la Legge di Stabilità 232/2016. Il rallentamento è in parte attenuato dall‘accelerazione della crescita dei prezzi degli Alimentari non lavorati (+3,8% da +2,1%) e degli Energetici regolamentati (+3,9% da +2,9%)”, si legge nel comunicato di Istat.

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, rallenta a +0,5% in ottobre da +0,7% di settembre, così come quella al netto dei soli Beni energetici che si attesta a +0,7% (da +0,8%).

L‘inflazione acquisita per il 2017 è pari a +1,2% per l‘indice generale e +0,7% per la componente di fondo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below