8 novembre 2017 / 11:00 / in un mese

Italia, debito Target2 ottobre scende da record mese precedente

MILANO (Reuters) - Scende in ottobre dal massim storico del mese precedente il debito Target2 dell‘Italia, segnando il calo più ampio da oltre due anni e mezzo, in scia al ritorno di interesse mostrato dagli investitori esteri per i titoli di Stato italiani.

Secondo i dati mensili sugli aggregati di bilancio di Bankitalia pubblicati questa mattina, alla fine dello scorso mese le passività del Paese sul sistema di pagamento dell‘Eurosistema ammontavano a 412,443 miliardi di euro, oltre 20 in meno rispetto al massimo storico registrato in settembre a 432,457 miliardi; per ritrovare un calo mensile più ampio bisogna risalire a gennaio del 2015.

SPREAD

In ottobre lo spread Btp/Bund ha stretto di quasi 40 punti base, grazie alle attese via via più concrete di un prolungamento del Qe (poi confermato nel meeting Bce del 26) e all‘ulteriore spinta finale giunta dalla promozione del rating sovrano ad opera di S&P (arrivata il 27).

“Va aggiunto l‘effetto della rapida approvazione della nuova legge elettorale, che ha permesso di allentare i timori degli investitori riguardo le prossime elezioni politiche, su ingovernabilità e possibile vittoria di forze populiste” commenta un analista. “Anche questo ha aiutato a riportare gli investitori esteri sui governativi italiani”.

La nuova legge elettorale, il cosiddetto Rosatellum, è stato votato in via definitiva dal Senato il 26 ottobre, ma già dal 10 del mese il governo aveva posto la fiducia alla Camera, avviando il percorso di approvazione.

BANCHE

L‘analista osserva comunque che la discesa del Target2 italiano lo scorso mese potrebbe essere stata limitata dalle notizie sul cosiddetto ‘addendum’ con il quale la Bce chiede alle banche della zona euro una copertura completa delle nuove sofferenze in bilancio.

“Questo ha portato a vendite sui titoli bancari, a differenza di quanto visto nella prima parte dell‘anno; tale elemento potrebbe riproporsi anche nei prossimi mesi” avverte.

Nel corso di ottobre l‘indice bancario di Piazza Affari ha ceduto complessivamente oltre il 6%.

Nel suo ultimo bollettino economico, Via Nazionale ha ribadito le motivazioni alla base della crescita del debito Target2 italiano negli ultimi anni: il trend, spiega, è legato all‘incremento degli acquisti netti di titoli esteri -- nell‘ambito di un “processo di ricomposizione dei portafogli delle famiglie italiane a favore di prodotti assicurativi e del risparmio gestito, caratterizzati da una maggiore diversificazione internazionale” -- e al calo della raccolta estera da parte delle banche nazionali. Tuttavia Bankitalia (la cui analisi arriva a fine agosto) rilevava nell‘ultimissimo periodo un ritorno di interesse degli esteri su azioni e obbligazioni del settore bancario nazionale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below