November 7, 2017 / 4:40 PM / a year ago

Btp volano, tassi e spread a minimi da un anno, rimborsi rafforzano supporto Bce

MILANO (Reuters) - Chiusura positiva per il mercato obbligazionario italiano, con rendimenti e spread in discesa ai minimi da un circa anno.

** A innescare ulteriori ricoperture dopo il rally dei giorni scorsi la pubblicazione — ieri — degli importi delle scadenze dei bond sovrani in mano alle Bce, che Francoforte provvederà a reinvestire, offrendo un aggiuntivo supporto al mercato.

** Tali dati hanno rafforzato ulteriormente un movimento rialzista che prosegue praticamente ininterrotto dalla riunione di politica monetaria della Banca centrale europea del 26 ottobre.

** Al termine del consiglio è stato annunciato l’allungamento del quantitative easing almeno fino a settembre 2018 e il dimezzamento a partire da gennaio del ritmo mensile degli acquisti bond a 30 miliardi di euro.

** A questi, suggeriscono i dati delle scadenze pubblicati ieri, si aggiungeranno flussi per circa 11 miliardi al mese, che saranno reinvestiti sul mercato dei titoli di Stato europei secondo la regola del ‘capital key’, ovvero la partecipazione del singolo Paese all’azionariato Bce.

** L’Italia sarà uno dei Paesi che beneficeranno maggiormente del reinvestimento dei rimborsi e questo ha spinto ulteriormente i Btp, che continuano a beneficiare anche della promozione del rating da parte di Standard & Poor’s.

** Secondo Peter Chatwell, strategist di Mizuho, molti investitori che si aspettavano la ricalibratura del quantitative easing avesse un impatto negativo sui bond stanno ora rivalutando le prospettive per il comparto.

** Intorno alle 17,20 il tasso del decennale si attesta in area 1,71%, dopo un tuffo a 1,70%, minimi da inizio novembre 2016, da 1,78% di ieri in chiusura.

** Il differenziale con l’analoga scadenza del Bund è sceso fino a 136 punti base, ai minimi dal 27 ottobre 2016, per chiudere a 138 pb da 145 pb di ieri sera. Ai minimi da ottobre 2016 anche lo spread Italia/Spagna sul tratto decennale, che archivia la seduta a 30 pb.

** Prima dell’esito del consiglio Bce, il rendimento del decennale si attestava in area 2%, mentre lo spread viaggiava attorno a 155 punti base.

** Il clima degli ultimi giorni appare particolarmente favorevole alle emissioni a medio-lungo termine di metà mese del Tesoro, in agenda lunedì 13 novembre, quando si avvierà anche il collocamento del nuovo Btp Italia.

** I dettagli dell’asta saranno comunicati domani a mercati chiusi. UniCredit prevede un’offerta complessiva fino a 6,5 miliardi suddivisa tra Btp 2020, 2024, 2033; Intesa Sanpaolo prospetta un’emissione da 5 miliardi suddivisa tra titoli a 3,7 e 15 anni.

** Stasera sarà invece annunciato l’importo di Bot annuali che sarà messo a disposizione venerdì 10: a fronte di titoli in scadenza per 6 miliardi, UniCredit prevede sarà offerto lo stesso ammontare, mentre per Intesa Sanpaolo saranno messi sul piatto titoli per 5,5 miliardi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below