November 6, 2017 / 8:38 AM / a year ago

Borsa Milano chiude poco mossa, attesa per trimestrali

MILANO (Reuters) - La borsa di Milano ha chiuso in frazionale calo, dopo aver oscillato per buona parte della seconda metà della seduta tra il segno più e meno, nel pieno della stagione dei risultati.

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

Secondo i trader, è scarso l’impatto delle elezioni in Sicilia, considerate un test importante per il trend politico a livello nazionale, che vedono in vantaggio la coalizione del centrodestra sul Movimento 5 Stelle, oltre all’attesa sconfitta del Pd, primo partito dell’attuale maggioranza di governo.

L’indice FTSE Mib ha chiuso a -0,05% e l’AllShare a -0,02%. Volumi intorno a 2,5 miliardi di euro.

L’indice paneuropeo STOXX 600 ha chiuso in rialzo dello 0,18%. Wall Street viaggia intorno alla parità, con il Nasdaq spinto dalla potenziale mega-fusione da 130 miliardi di dollari nel settore dei chip.

I bancari chiudono in ribasso dello 0,44%, leggermente peggio dello Stoxx europeo che si attesta a -0,39%. Tra i peggiori BPER cede l’1,6% e UNICREDIT a -0,55%.

BANCO BPM perde lo 0,8% dopo l’accordo per la cessione a CATTOLICA ASSICURAZIONI, che sale del 2,34%, di una partecipazione del 65% delle due joint venture a un prezzo complessivo di 853,4 milioni.

Sotto tono BUZZI UNICEM (-1,25%) e CAMPARI (-2,55%), che domani pubblicherà la trimestrale.

STMicro sale dell’1,4% sulla scia dell’offerta presentata oggi da Broadcom per il fornitore di chip per smartphone Qualcomm, in un’operazione da circa 130 miliardi di dollari inclusi 25 miliardi di debito.

ITALGAS sale dell’1,29% dopo aver annunciato la settimana scorsa un accordo vincolante con Amalfitana Gas per l’acquisizione di un ramo d’azienda relativo alle attività di distribuzione del gas naturale in Campania e Basilicata.

PIRELLI sale dell’1,6% dopo i risultati del trimestre. In seduta il titolo ha superato per la prima volta dalla quotazione di inizio ottobre la soglia dei 7 euro [nL5N1NC51C]. Perde invece il 2% SARAS dopo aver registrato un calo del 28% dell’utile netto nei nove mesi.

SAIPEM (+1,72%) prosegue il rialzo dei giorni scorsi in un mercato positivo sul titolo. ENI sale dello 0,83%. Il gruppo oggi ha annunciato di aver aumentato la produzione in Angola [nL5N1NC3DW] e che potrebbe riavviare il giacimento Goliat nel Mare di Barents “entro qualche settimana”.

Bene il lusso, con YOOX NET-A-PORTER in rialzo del 3,18% e LUXOTTICA a +0,7% circa.

ERG sale del 2,52% sulla scia della cessione del 51% della jv Total Erg, che potrebbe portare a un dividendo straordinario.

Bene anche EI TOWERS (+5,67%) dopo i risultati trimestrali forti con un miglioramento della guidance.

Prosegue il rialzo del settore immobiliare sulla scia dell’annuncio dell’inclusione dei titoli del real estate nei panieri dei titoli investibili con i Pir. GABETTI sale dell’11%, AEDES del 9,7%, BRIOSCHI SVILUPPO +5,5%, RISANAMENTO +4,95%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below