November 6, 2017 / 8:13 AM / a year ago

Btp poco mossi dopo rally ultima settimana, no impatto voto Sicilia

MILANO (Reuters) - MILANO, 6 novembre (Reuters) - Poco mosso a metà seduta il mercato obbligazionario italiano, reduce da una settimana che ha visto tassi e spread a 10 anni in discesa ai minimi da un anno per effetto della promozione di Standard & Poor’s e del prolungamento del quantitative easing da parte della Bce.

Un operatore a lavoro. REUTERS/Lucas Jackson

** Nullo a detta degli operatori l’impatto delle elezioni siciliane. I primi dati dello spoglio confermano un testa a testa tra il candidato di centrodestra e quello del M5S, con il primo in lieve vantaggio [nL5N1NC1E9].

** Secondo una nota di Barclays a cura dell’economista Fabio Fois, l’esito finale del voto non fornirà nuovi elementi conoscitivi rispetto al possibile risultato delle elezioni politiche nazionali, anche se certamente rappresenta un bagno di realtà per tutti i partiti.

** Intorno alle 12,15 il tasso del decennale italiano si attesta a 1,786% da 1,787% del finale di seduta di venerdì, sui minimi da fine 2016 IT10YT=TWEB. Lo spread con l’analoga scadenza del Bund, strettosi venerdì fino a 141 pb, minimo da circa un anno, sale a 145 pb da 142 pb della chiusura IT10DE10=TWEB.

** I rendimenti del decennale tedesco sono scesi ai minimi da due mesi fino a 0,34% DE10YT=TWEB, in attesa della pubblicazione dei primi dati aggregati relativi all’ammontare dei titoli governativi in scadenza nel portafoglio della Bce, che potrebbero offrire qualche elemento agli analisti su come si strutturerà il programma di reinvestimento dei rimborsi annunciato da Francoforte.

** Sul fronte macro, dalle indagini congiunturali sull’attività del settore privato all’interno delle economie della zona euro, spicca la correzione del settore dei servizi italiano, il cui ritmo di crescita è sceso ai minimi da un anno [nL8N1N94WV]. Ha perso slancio, restando solida, anche la crescita del settore a livello di intera zona euro [nL5N1NC1XP]. Ai massimi da luglio 2007 la fiducia degli investitori dell’area euro, secondo la rilevazione Sentix [nZRNC95I00].

FOCUS OFFERTA

** L’attenzione è destinata a spostarsi progressivamente sul lato dell’offerta. Domani il Tesoro italiano annuncerà l’importo offerto nell’asta Bot 12 mesi in agenda venerdì. UniCredit si aspetta venga messa a disposizione carta per 6 miliardi di euro, a fronte di un importo in scadenza di pari entità.

** Mercoledì saranno invece annunciati i dettagli dell’asta a medio-lungo termine di lunedì prossimo. UniCredit prevede la prima riapertura del Btp 3 anni ottobre 2020, cedola 0,20% per 2,25-2,75 miliardi, accanto all’offerta da 1,76-2,25 miliardi del Btp 7 novembre 2024, cedola 1,45% e da 1-1,5 miliardi del Btp settembre 2033, cedola 2,45%. Da segnalare che il Tesoro rimborserà 18 miliardi di euro del Btp Italia indicizzato all’inflazione emesso nel novembre 2013 IT496920=.

** Venerdì 10 novembre inoltre il Tesoro comunicherà la cedola minima del nuovo Btp Italia, che sarà offerto tra il 13 e il 16 novembre. Banca Mps e Bnp Paribas sono i due dealer selezionati dal Tesoro per la gestione dell’emissione [nL5N1NC1QM].

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below