October 24, 2017 / 12:42 PM / 4 months ago

Mps, obiettivi piano a rischio se linee guida Bce su Nps non cambiano

ROMA (Reuters) - Mps avverte che rischia di non centrare gli obiettivi del piano di ristrutturazione se l‘addendum Bce su come coprire i crediti deteriorati non cambierà sostanzialmente.

Lo si legge nel prospetto delle azioni della banca, riammesse da domani alla quotazione in Borsa.

”Qualora l‟addendum alle linee guida venisse approvato sostanzialmente nei medesimi termini rappresentati in sede di consultazione, potrebbe rendersi necessario per la Banca incrementare i livelli di copertura per i crediti che dovessero essere qualificati come Crediti Deteriorati a partire dal 2018“, dice Mps nel prospetto, evidenziando che questo potrebbe portare al ”possibile mancato raggiungimento degli obiettivi del Piano di Ristrutturazione, dal momento che lo stesso non teneva

conto dei possibili effetti dell‟addendum”.

La banca dice anche che tra i fattori di rischio, che come di consueto vengono evidenziati nel prospetto, c‘è il petitum complessivo delle controversie civili di cui è parte il gruppo, pari a 4,232 miliardi di euro - di cui circa 3,9 miliardi per il contenzioso derivante dallo svolgimento dell’ attività ordinaria. A questi si aggiungono circa 272,3 milioni per il contenzioso civile relativo alle cause promosse dagli azionisti nell‘ambito degli aumenti di capitale 2008, 2011, 2014 e 2015. Il petitum complessivo per il contenzioso fiscale è pari a circa 130 milioni a titolo di imposte e sanzioni, mentre il petitum relativo al contenzioso giuslavoristico è pari a

circa 115,7 milioni.

”A fronte delle stime effettuate circa i rischi di soccombenza nei procedimenti suddetti, al 30 giugno 2017, le “controversie legali” incluse nella voce Fondo per Rischi

ed Oneri, si attestano a 571,8 milioni”, dice Mps.

Infine la banca spiega che, con l‘ingresso del Mef come azionista di controllo con un quota del 68%, si sta valutando la modifica dello Statuto per le disposizioni relative alle modalità di elezione degli organi sociali, considerata non più attuale l‘attuale formulazione che ancora era discendente dal controllo della Fondazione Mps.

Al termine di queste valutazioni verrà convocata una assemblea, “se del caso anche entro la fine del 2017” che potrebbe anche proporre “agli azionisti anche un rinnovo degli organi sociali”.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below