5 ottobre 2017 / 07:39 / tra 2 mesi

Borsa Milano chiude in rialzo, banche recuperano ma pressione resta, affonda Creval, sale Pirelli

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo al termine di una giornata vissuta all‘insegna dell‘incertezza e grazie ad un recupero nella seconda parte della seduta che ha permesso alla borsa milanese di allinearsi al trend degli altri principali listini europei dopo gli ultimi cali.

Traders a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

Sul recupero ha contribuito un allentamento delle tensioni sui bancari anche se il settore rimane sotto i riflettori del mercato per gli accresciuti rischi di maggiori accantonamenti dovuti alle nuove linee guida Bce sugli Npl.

“Piazza Affari aveva perso più delle altre borse soprattutto ieri per le vendite sui bancari e oggi recupera. Vedo un movimento di stabilizzazione che considero positivo”. commenta un trader.

** L‘indice FTSE Mib termina in rialzo 0,49%, l‘Allshare dello 0,47% mentre lo Star è piatto. Volumi intorno a 2,5 miliardi di euro.

** L‘indice paneuropeo STOXX 600 avanza dello 0,16%, con Madrid che rimbalza dopo le forti perdite di ieri.

** L‘indice del comparto bancario termina appena sopra la parità dopo le perdite di giornata con le “posizioni in vendita che nella seconda parte della seduta sono diventate meno violente”, commenta un trader.

** Gli analisti sottolineano che le nuove regole indicate dalla Bce sulla gestione degli Npl sono più penalizzanti per il settore italiano.

** Male soprattutto UBI BANCA (-2%), seguita da BPER (-1,7%) mentre BANCO BPM chiude riducendo la perdita a -0,2%. Positive INTESA SANPAOLO e UNICREDIT e ,tra i titoli più piccoli, CARIGE

** CREVAL affonda del 10,6% dopo il downgrade di Moody’s di ieri e dopo che Intermonte ha ridotto la raccomandazione sul titolo a ‘neutral’ non escludendo la possibilità di un aumento di capitale in relazione alle indicazioni più stringenti della Bce sugli accantonamenti a fronte dei crediti deteriorati.

“Si è abbattuta una tempesta perfetta sul titolo”, commenta un trader. Gli operatori segnalano un forte short sul titolo, pari a oltre il 5% del capitale.

** In cima al listino EXOR guadagna il 4,1% nel giorno dell‘investor day.

** Dopo il debutto in calo di ieri, PIRELLI guadagna il 3,7% a 6,71 euro riportandosi sopra il prezzo di collocamento di 6,5 euro.

** TIM guadagna l‘1%. Il presidente Arnaud de Puyfontaine resta aperto all‘ipotesi di separazione della rete fissa, soluzione sostenuta da alcuni esponenti del governo italiano, anche se un portavoce precisa che il tema non è in agenda.

** Positivo il settore energia e utility con SNAM a + 1,7%, ENEL +1,6% e TERNA a +1,4%.

** Tra i minori non si arresta la corsa di BIANCAMANO che mette a segno un +17,1%.

** Ritraccia del 12,2% GRUPPO WASTE ITALIA dopo la corsa della vigilia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below