3 agosto 2017 / 12:55 / 4 mesi fa

Banca Inghilterra conferma tassi, lieve calo stime Pil e inflazione

LONDRA (Reuters) - In linea con le attese di mercato e analisti, Banca d‘Inghilterra ha chiuso la riunione di politica monetaria odierna con una conferma del costo del denaro e dell‘importo del programma di acquisto asset, che restano rispettivamente a 0,25% e a 435 miliardi di sterline al mese.

Sempre in sintonia con il consensus, la decisione sui tassi è stata adottata sei voti a due e quella sul target degli acquisti all‘unanimità.

Passando alle stime macro, l‘istituto centrale vede la crescita dell‘economia britannica al ritmo di 1,7% quest‘anno, due decimi al di sotto dell‘1,9% previsto in maggio, e di 1,6% da 1,7% il prossimo, confermando l‘aspettativa di 1,8% per il 2019.

Quanto poi alle prospettive di inflazione, l‘idea è di un‘accelerazione dei prezzi al consumo fino a 3% in ottobre, mentre da qui a un anno l‘attesa è di 2,58% da 2,64% prospettato tre mesi fa e da qui a due anni da proiezione passa a 2,19% da 2,22% di maggio.

Interpretato come leggermente più ‘dovish’ del previsto, il messaggio di Banca d‘Inghilterra mette le ali al Gilt e riporta la borsa londinese oltre la parità, schiacciando invece la sterlina al nuovo minimo da nove mesi su euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below