21 luglio 2017 / 17:17 / tra 5 mesi

Abertis, braccio di ferro Acs/Atlantia fra patriottismo e forza

LONDRA (Reuters) - L‘autore è un commentatore di Reuters Breakingviews. Le opinioni espresse sono sue personali.

ACS e i Benetton fanno leva sul patriottismo contro la forza. Il gruppo spagnolo di costruzioni sta pensando a un‘offerta per l‘operatore autostradale Abertis, in contrapposizione con l‘opa da 16,3 miliardi di Atlantia. La logica finanziaria di un‘offerta diventa più tirata, chiunque vinca.

L‘offerta Atlantia in contanti e carta per Abertis vedrebbe un campione nazionale passare sotto il controllo italiano, a dieci anni dal blocco del governo italiano di fusione tra i due gruppi. Ora la macchina industriale spagnola torna a combattere. L‘operatore aeroportuale Aena non ha potuto fare un‘offerta perché a controllo pubblico ma ACS, a controllo privato, potrebbe avere più spazio d‘azione.

Il potenziale intruso deve però affrontare un compito difficile. E’ circa la metà di Atlantia e, dato che le costruzioni sono un business volatile, la sua capacità di indebitarsi è limitata. Arrivare allo stesso livello della componente cash di Atlantia porterebbe il debito di ACS a oltre quattro volte l‘Ebitda, dopo gli ultimi anni passati a tagliare il debito sotto un anno di Ebitda. Con la Spagna che conta per meno di un quarto delle attività Abertis, ACS potrebbe non essere in grado di spremere molti più risparmi sui costi rispetto ad Atlantia.

Le cose sarebbero più facili se ACS portasse a bordo qualche amico. Con la partecipazione di un fondo per infrastrutture ricco di cassa, potrebbe tagliare il debito e tenere tutto il debito Abertis fuori dal bilancio. ACS potrebbe anche indebitarsi via Hochtief, la società tedesca che controlla, che ha circa 1 miliardo di liquidità netta. Un‘offerta spagnola potrebbe avere una migliore chance di vincere sul maggior azionista di Abertis, Criteria, che potrebbe anche trasferire la sua quota azionaria e così evitare la diluizione nell‘accordo proposto da Atlantia.

Anche se ACS non scatenerà una battaglia per l‘acquisizione, Abertis ha comunque raggiunto un prezzo ricco. Atlantia offre un premio di 1,2 miliardi di euro, ma il valore che può creare attraverso le sinergie è probabilmente non più di 900 milioni, secondo calcoli Breakingviews. La principale ragione che spinge Atlantia a concludere il deal è quella di crescere e diversificare il rischio di impresa, ma questo avverrebbe a prezzo sempre più costoso.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below