July 14, 2017 / 4:22 PM / 7 months ago

Telecom, Cattaneo non ha ricevuto proposta per uscita, situazione in evoluzione

MILANO (Reuters) - L‘AD di Telecom, Flavio Cattaneo, non ha ricevuto alcuna proposta dal socio di riferimento della società di tlc, Vivendi, per una sua uscita.

Lo riferisce a Reuters una fonte vicina al manager. Anche da parte dei francesi si segnala che non ci sono novità.

Il 27 luglio prossimo è in programma il Cda di Telecom sui conti. Contestualmente si riunirà il comitato nomine e quello potrà essere il momento per una soluzione alla mancata sintonia fra ceo e azionista. In un clima che resta di forte tensione, qualcuno ipotizza che ci possa essere un‘accelerazione dello scontro e, quindi, si potrebbe arrivare a un addio del manager italiano da Telecom nei prossimi giorni.

Nel pomeriggio, il titolo Telecom ha iniziato a scendere in Borsa (per poi chiudere in calo del 2,72%) su indiscrezioni di stampa secondo cui non c‘è più spazio per risolvere le differenze fra Cattaneo e i francesi e che si sta trattando su una buonuscita da 50 milioni di euro.

“Cattaneo non ha ricevuto alcuna proposta e quindi un suo distacco dal gruppo Telecom non è al momento imminente”, dice la fonte. Secondo l‘altra, “non c‘è alcuna novità. La situazione è uguale a ieri”.

Nei giorni scorsi, diverse fonti hanno parlato dell‘esistenza di tensioni fra il manager e Vivendi, emerse a seguito dell‘accalorato scambio fra il capo azienda Telecom e il ministro dell‘Industria Carlo Calenda e altri funzionari governativi sull‘implementazione della banda larga ultraveloce in Italia.

Ieri è emerso che Vivendi starebbe lavorando alla nomina del manager Amos Genish a una posizione chiave nel gruppo telefonico, in modo da poter esercitare una maggiore influenza ai vertici dell‘azienda.

Cattaneo, 54 anni, è diventato Ceo di Tim poco più di un anno fa, raccogliendo apprezzamento da Vivendi e da altri investitori per il taglio dei costi del gruppo, da anni alle prese con un forte debito. Ma i suoi recenti scontri con Roma hanno irritato Vivendi che, già sotto osservazione per la sua crescente influenza in Italia dopo l‘acquisto delle quote in Tim e del 29,9% dei diritti di voto in Mediaset, non vuole aggiungere altra benzina al fuoco.

(Paola Arosio, Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below