4 luglio 2017 / 10:56 / tra 5 mesi

Btp chiudono in rialzo con bond euro, Praet rafforza indiscrezioni prudenza Bce

MILANO (Reuters) - Chiusura positiva per il mercato obbligazionario italiano, che si muove in sincrono con il resto del comparto dei governativi della zona euro e si allontana dai minimi segnati di recente, con gli investitori più prudenti sulle intenzioni della Banca centrale europea rispetto i tempi di una riduzione dello stimolo monetario.

** Il consigliere esecutivo Peter Praet ha tenuto a sottolineare come la risalita dell‘inflazione dipenda in maniera decisiva dal mantenimento di condizioni finanziarie accomodanti.

** I commenti del capoeconomista della Bce rafforzano quanto riportato ieri sera da Reuters, ovvero che diversi esponenti del consiglio, preoccupati dalla recente correzione al ribasso dei mercati, mostrino una certa cautela rispetto all‘ipotesi di segnalare già al meeting di questo mese che Francoforte si stia muovendo verso una politica monetaria meno morbida.

** Tra volumi limitati, complice anche la chiusura della piazza statunitense per la festa dell‘Indipendenza, intorno alle 17,20 il tasso del decennale italiano scende a 2,11% da 2,14% della chiusura di ieri.

** La settimana scorsa, alla luce dell‘interpretazione ‘dura’ delle parole del presidente Bce Mario Draghi da Sintra, il tasso del decennale italiano era arrivato a sfiorare quota 2,20%, correggendo aggressivamente dal minimo da inizio anno segnato pochi giorni prima, quando il rendimento del Btp decennale era sceso fino a 1,86%.

** Lo spread con l‘analoga scadenza del Bund si stringe a 164 punti base da 166 pb di iera sera. Due settimane fa il premio al rischio si era stretto fino a 160 punti base, minimo da inizio gennaio, per poi allargarsi nei giorni successivi fino a 171 punti base.

** A ridurre la pressione sui titoli di Stato italiani contribuisce anche l‘assenza di aste del Tesoro questa settimana. Con i collocamenti di fine giugno, secondo calcoli Reuters, il ministero dell‘Economia ha peraltro già completato il 58,4% del funding previsto per quest‘anno.

** Intanto, secondo la statistica mensile degli acquisti condotti da Banca d‘Italia e dalla Bce, a giugno gli acquisti di titoli pubblici italiani nell‘ambito del programma di quantitative easing sono stati pari a 9,32 miliardi di euro, cifra che ha portato il portafoglio di titoli pubblici acquistati dall‘Eurosistema a quota 274 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below