22 giugno 2017 / 12:29 / tra 6 mesi

Kazakistan, Eni rinnova diritti sfruttamento per ricerca idrocarburi

MILANO (Reuters) - L‘AD di JSC KazMunayGas, Sauat Mynbayev, e l‘AD di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato oggi in occasione del Foreign Investor Council di Astana un accordo che rinnova le condizioni per il trasferimento a Eni del 50% dei diritti di sfruttamento del sottosuolo per la ricerca e la produzione di idrocarburi nel blocco di Isatay, situato nelle acque kazake del Mar Caspio.

Logo Eni al quartier generale dell'azienda a San Donato Milanese. REUTERS/Stefano Rellandini/File Photo

E’ quanto si legge in un comunicato.

Il blocco, che si stima abbia un notevole potenziale di risorse petrolifere, sarà gestito da una Joint Operating Company paritetica formata da Eni e KMG. Le operazioni della “joint company” inizieranno una volta completato il trasferimento del 50% di interesse nella licenza, previa approvazione della transazione da parte della Repubblica del Kazakhstan, spiega la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below