June 20, 2017 / 12:01 PM / a year ago

Banda larga, nessun impegno formale Tim a non investire in aree bianche

MILANO (Reuters) - Telecom Italia (Tim) non ha preso impegni a non investire nelle aree a cosiddetto fallimento di mercato.

Risponde così una fonte del gruppo telefonico alla nota del ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda di ieri, che ha minacciato un’azione contro Tim se necessario.

Open Fiber, controllata da Enel e dalla Cassa Depositi e Prestiti, ha praticato un forte sconto a Infratel, società pubblica che ha lanciato l’asta per la realizzazione della rete a banda larga, con tecnologia Ftth, nelle zone a fallimento di mercato.

Ma con l’annuncio di Telecom Italia, che intende investire nelle stesse aree per migliorare la sua rete, rischia di rimanere spiazzata e di vedere drasticamente ridotte le entrate della gestione della rete per i successivi 20 anni.

Il governo ritiene che la mossa di Tim sia in qualche modo sanzionabile, e dice che prima della gara c’è stata una consultazione pubblica, durante la quale il gruppo telefonico ha detto che non avrebbe investito nelle aree in questione.

“Tim ha sempre investito ed investirà nel rispetto del quadro normativo di riferimento che peraltro non prevedeva alcun impegno a non investire”, dice una fonte vicina a Tim, aggiungendo che non condivide la ricostruzione del ministro. “Né tale impegno è mai stato formalizzato”.

Il gruppo telefonico ritiene che non possa essere in nessun modo censurata la decisione di investire per aumentare l’efficienza della rete di sua proprietà.

Il ministero ha detto ieri che la decisione di Tim, “rischia di squilibrare il conto economico della concessione per la gestione della rete pubblica i cui calcoli sono stati fatti sulla base dell’intera area oggetto del bando”.

Se si arrivasse a un contezioso sulla materia è probabile che l’oggetto di scontro sarà proprio la diversa interpretazione degli impegni presi, come esplicitata sopra.

Open Fiber è un soggetto importante della vicenda e potrebbe teoricamente intraprendere un’azione, perchè ha vinto il bando confidando su alcune condizioni, cioè l’assenza di investitori privati, che potrebbero non verificarsi.

Tim, dopo che Open Fiber si è aggiudicata tutti i lotti del primo bando Infratel, ha annunciato in una nota che avrebbe investito direttamente nelle aree oggetto della gara pubblica, migliorando la sua rete.

Open Fiber non ha voluto fare commenti.

(Stefano Rebaudo)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below