29 marzo 2017 / 12:05 / tra 8 mesi

Eni esclude ingresso in Nord Stream, valuterà per Turkish Stream

MILANO (Reuters) - Eni esclude una partecipazione in Nord Stream2, che dovrebbe trasportare 55 miliardi di metri cubi di gas dalla Russia in Germania, mentre valuta una eventuale partecipazione in Turkish Stream.

“Escludo la nostra partecipazione in North Stream”, ha detto l‘AD di Eni, Claudio Descalzi, rispondendo ai giornalisti a margine di Omc 2017 che gli chiedevano di un possibile coinvolgimento di Eni in North Stream 2 o Turkish Stream.

“L‘obiettivo è riuscire a portare gas in Italia che costa meno. Il raddoppio del North Stream crea un hub un po’ più costoso per noi e noi costiamo già di più in termini energetici. Se ci sarà un Turkish Stream, e se il gas in parte invece che da Tarvisio arriverà dal sud dell‘Italia, con Tap o Poseidon, noi come Italia, e l‘Eni sta approvvigionando l‘Italia, avremo bisogno di avere capacità in quello. Per la capacità dipende da chi lo costruisce, o compri una piccola percentuale per acquisire capacità o compri capacità. E’ un fatto da verificare”, ha concluso.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below