March 15, 2017 / 2:40 PM / 2 years ago

Dollaro attende Fed sotto recenti massimi, incognita Olanda e Praet frenano euro

NEW YORK (Reuters) - Il dollaro si muove in un margine ristretto, tenendosi sotto i massimi toccati di recente a poche ore dal verdetto di Federal Reserve sui tassi d’interesse.

** Data ormai per scontata una stretta del costo del denaro già oggi, le attenzioni del mercato si concentrano sulle indicazioni che l’istituto centrale Usa darà in merito al ritmo dei rialzi nel corso di quest’anno.

** I futures sui ‘Fed fund’ oggi segnalano che il mercato attribuisce una probabilità del 26% a quattro rialzi del costo del denaro da parte dell’istituto centrale, contro il 23% assegnato a tale scenario ieri sera. La probabilità attribuita a un rialzo del costo del denaro oggi è del 93%.

** Intorno alle 14,30 il biglietto verde è in lieve calo su yen a 114,66 da 114,73 yen della chiusura di ieri, lontano dal picco dal 19 gennaio a 115,51 toccato la settimana scorsa. Biglietto verde in discesa anche sull’euro, che sale a 1,0617 da 1,0602 della chiusura, sotto il picco da febbraio visto lunedì a 1,0714 dollari.

** A limitare il rialzo della valuta unica — che in seduta si è spinta fino a 1,0640 dollari — l’incertezza legata alla tornata elettorale in Olanda, ennesimo test sul futuro dell’Europa.

** L’attenzione si concentra soprattutto sulla portata del risultato dal partito anti-Ue e anti-immigrati guidato da Geert Wilders. L’incertezza legata al voto olandese compensa la recente spinta all’euro fornita dalla retorica meno accomodante adottata la settimana scorsa della Banca centrale europea.

** Stamane peraltro il capoeconomista della Bce Peter Praet ha gettato acqua sul fuoco, sottolineando come non ci siano ancora le condizioni per normalizzare la politica monetaria e imboccare il percorso di uscita da un orientamento ultra-accomodante.

** Al via oggi anche la riunione di politica monetaria di Banca del Giappone. Nelle attese, l’istituto centrale nipponico dovrebbe confermare l’attuale orientamento ultraespansivo, limitandosi a segnalare come l’inflazione sia ormai a livelli tali da rendere giustificabile parlare di una progressiva riduzione delle misure di stimolo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below