1 marzo 2017 / 09:55 / tra 10 mesi

Dollaro a massimo 7 settimane su probabile stretta Fed in marzo

LONDRA (Reuters) - Dollaro forte sui cross, nonostante il discorso al Congresso del presidente Usa Donald Trump non abbia offerto molti dettagli sul programma di stimolo. A spingere la valuta Usa intervengono invece le maggiori possibilità di una stretta monetaria Usa in marzo.

** Commenti ‘hawkish’ da parte del presidente della Fed di New York William Dudley, che ha detto che gli argomenti a favore di una stretta monetaria sono diventati “molto più convincenti” dalle elezioni di novembre, hanno sostenuto la valuta. Anche il presidente della Fed di San Francisco John Williams ha alimentato le attese di una stretta, dicendo che un rialzo dei tassi sarà preso in seria considerazione al meeting di marzo.

** Attorno alle 10,40 l‘indice del dollaro contro un paniere di valute sale di circa lo 0,6% a 101,700.

** Il presidente Usa Donald Trump si è detto, di fronte al Congresso, aperto a una riforma dell‘immigrazione, abbandonando la dura retorica sugli immigrati clandestini in un discorso che ha offerto un tono più morbido rispetto alla sua campagna elettorale e al suo primo mese alla Casa Bianca. Trump, rivolgendosi a un paese che rimane diviso sulla leadership, ha sottolineato la sua volontà di concentrarsi sui problemi interni stimolando l‘economia attraverso una riforma fiscale, un impegno per le infrastrutture di mille miliardi di dollari e cambiamenti all‘Obamacare.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below